Jordan Mang Osan: il pittore del sole!

In ARTE by Alfonso LauriaLeave a Comment

Dipingere con la fonte di luce più potente in assoluto? Cari lettori di Social Up quest’oggi vi porteremo alla scoperta della “pirografia” sfruttando i raggi solari e Jordan Mang Osan è il “pittore del Sole”!

Piegare alla propria volontà l’incredibile potenza quanto affascinante luce solare, saperla indirizzare, plasmare, addolcire e all’occorrenza renderla più intensa. Il termine “pirografia” deriva dal greco e vuol dire per l’appunto “scrittura col fuoco” e consisteva “nell’incidere” tramite una sorgente di calore su una superficie, specialmente il legno, attraverso una punta di ferro rovente.

L’artista Jordan Mang Osan di origine filippine, discende dalla tribù degli Igorot e proprio per mantenere e fortificare il rapporto con il suo popolo e la sua cultura ha voluto, con esercizio ed un’immensa dedizione, impegnarsi in una costante evoluzione della tecnica nel pieno rispetto di quella che fu anticamente. Mang Osan a differenza del procedimento originario ha scelto d’usare più lenti di dimensioni diverse da usare come pennelli per intere campiture o semplicemente dettagli, concentrando i raggi del sole sulla tela o tavole di legno che in breve tempo “bruceranno” la parte superficiale del supporto dopo aver precedentemente effettuato una bozza a carboncino.

L’opera finale è il risultato di un’affascinante connubio tra arte e natura, in cui attraverso un incredibile quanto sapiente cura e pazienza Mang Osan ha saputo instaurare un fruttuoso rapporto d’intensa e potente magia, giungendo alla creazione di vere e proprie opere d’arte riflessione di un incanto senza eguali. In ogni suo “dipinto” è come se il sole fosse il pittore ed usasse l’uomo come pennello e la tela come supporto finale, andando così ad unire uomo arte e natura rappresentata in tal caso dalla più potente delle stelle.

Jordan Mang Osan è in grado di creare, attraverso un processo lunghissimo che richiede mesi per ogni singola opera, paesaggi o ritratti dettagliatissimi utilizzando come detto solo lenti di varie grandezza e la luce solare ottenendo a seconda delle ore del giorno e dell’intensità colori diversi.

Nessuna tecnica ha saputo più di ogni altra manifestare la natura del mezzo utilizzato senza alcun limite o filtro che ne potesse rendere più difficile una reale comprensione. Jordan Mang Osan rappresenta in tal senso un artista al servizio della natura il cui solo scopo è quello di farla esprimere in tutta il suo fascino e potenza.