#iorestoinSala: un nuovo orizzonte virtuale per i cinema d’Italia

Dal 26 maggio nasce #iorestoinSala, un progetto di cinema partecipato, una realtà, dove il cinema non si trasferisce sulla rete madove la rete diventa il cinema. Anzi: diventa la sala.

Un gruppo di esercenti (71, in questo momento) con la collaborazione di un gruppo di distributori ha infatti immaginato un nuovo orizzonte per le sale cinematografiche e per la proposta legata ai film di qualità. Un’esigenza che nasce sicuramente per far fronte all’esigenza Covid e che si prefigge lo scopo di permettere alle sale cinematografiche presenti sul territorio di non perdere il rapporto con il proprio pubblico.

Favolacce, la recensione: la fiaba nera dei fratelli d'Innocenzo
@comingsoon

L’attuazione di tale idea di cinema virtuale, sviluppata mediante un accordo con My Movies, consiste nel trasmettere i film delle sale sale cinematografiche presenti sul territorio che hanno aderito al progetto sulla piattaforma virtuale di My movies, creando degli schermi virtuali, i quali rispecchieranno i programmi, i palinsesti e i contenuti dei singoli cinema. Si tratta di spostare le sale fisiche sul web e in streaming, attraverso una piccola rivoluzione nel mondo del cinema, volta a superare l’emergenza covid e a riavvicinare il pubblico, nell’attesa che riaprano le sale cinematografiche. Un progetto che comunque si colloca in un ottica più ampia, visto che la proposta è quella di quella affiancare le sale virtuali a quelle fisiche anche dopo che la riapertura dei cinema.

Si tratterà di proiezioni in tempo reale,  che si svolgeranno all’orario prestabilito dai palinsesti dei singoli cinema che aderiranno al progetto, i quali avranno ciascuno un proprio programma differenziato di visione.

Tra i cinema aderenti ad esempio la Cineteca di Bologna, ma anche l’Anteo Palazzo del cinema e l’Anteo City Life di Milano. A Catania, il Cinema Planet;  il  Sivori a Genova. A Roma: Andromeda Cinemas,  il Madison, il  Caravaggio.

Georgetown: La recensione del film di Christoph Waltz - ProjectNerd.it
@projectnerd

Come fare per acquistare il biglietto? Lo spettatore acquisterà il biglietto dal sito internet del suo cinema di riferimento e a ognuno sarà assegnato un codice corrispondente al suo posto assegnato nella sala virtuale. Ogni sala del cinema avrà quindi un suo proprio corrispettivo virtuale con lo stesso numero di posti a sedere. I film verranno proposti con degli orari precisi in base a delle fasce orarie. Tutto questo sarà possibile, come si diceva, grazie ad un accordo con MyMovies. Ogni cinema digitale simulerà la visione di un film in sala, con posti assegnati e streaming a orari prestabiliti. Sarà possibile vedere gli altri spettatori in sala, fare amicizia, conversare in chat con il vicino di poltrona e commentare il film.

“Credo che  questa sia una nuova possibilità per noi esercenti di imparare un mestiere nuovo che è quello di lavorare su una sala virtuale. Non si tratta di un progetto economico” ha detto Gianluca Farinelli, direttore della Cineteca di Bologna durante la conferenza stampa in streaming di presentazione “evidentemente nessuno di noi pensa che questo progetto risolverà i problemi economici che tutti noi in questo momento abbiamo in Italia (non solo noi del cinema) ma credo che sia un progetto positivo e allegro, per uscire da un periodo negativo, un’opportunità per guardare al futuro migliorandoci, imparare nuove metodologie di cinema e soprattutto mantenere una relazione attiva con il nostro pubblico, sia essa nelle sale fisiche che in quelle virtuali, a distanza, permettendo loro di fruire del cinema di qualità”

“Abbiamo voluto ritrovare i nostri spettatori” queste le parole degli esercenti nel comunicato stampa ” In questo black out sociale che ha inghiottito tutto e tutti, il cinema non smette di rappresentare una delle migliori oasi di resistenza: il cinema e la sala sono cultura e mai come oggi, qualsiasi presidio culturale può rappresentare una via d’uscita dall’isolamento”

In viaggio verso un sogno - The Peanut Butter Falcon - Film (2019 ...
@mymovies

In conferenza stampa si è sottolineata anche la presenza di Eventi speciali che accompagneranno la visione dei film e che saranno programmate nei palinsesti di  rispettivi cinema, con l’intervento di registi, attori, ospiti per presentare il film o esporre le linee interpretative delle rassegne cinematografiche

Spazio anche a  film  dalla proiezione inedita in sala, che non hanno potuto approdare al cinema, perché usciti durante l’emergenza sanitaria tramite piattaforme in streaming. Tali pellicole saranno portati nelle sale cinematografiche fisiche e virtuali con #iorestoinSala e My Movies. Si tratta di Favolacce dei Fratelli D’Innocenzo, premiato a Berlino con l’Orso d’Argento, lo struggente e nostalgico Tornare di Cristina Comencini, Georgetown, attesissimo debutto di Christoph Waltz dietro la macchina da presa, e In viaggio verso un sogno,  indie con Shia LaBeouf firmato a quattro mani da Tyler Nilson e Michael Schwartz e considerato dalla critica americana uno dei dieci migliori film indipendenti dell’anno.

Per quanto riguarda il costo del biglietto andrà da un minimo di € 3,00 ad un massimo di € 7,90.

Ogni singolo cinema comunicherà (attraverso i rispettivi siti, newsletter, social) ai propri spettatori la possibilità di acquistare biglietti per le sale virtuali direttamente sul proprio sito. Le sale rispecchieranno le capienze delle sale fisiche del cinema di riferimento. «Crediamo – sono parole degli esercenti – che tutto questo possa consentire allo spettatore di ritrovare quel senso di identità e comunità che caratterizzano il pubblico delle sale cinematografiche di qualità».

 



Francesco Bellia