Da www.tuttorock.com

Intervista ai Rovere: Bim bum bam è un vero e proprio viaggio nel tempo!

Tra le band più interessanti del panorama indie italiano, i Rovere tornano sulle scene con il loro nuovo singolo “bim bum bam”, un brano dalla musicalità freschissima che ci fa fare un nostalgico salto nel passato, un vero e proprio viaggio nel tempo a quando tutto era più spensierato e divertente. Noi di Social Up abbiamo avuto la possibilità di intervistarli, ecco cosa ci hanno svelato!

Partiamo dal vostro nuovo singolo, “Bim bum bam”. Una canzone fresca e ritmata che tuttavia nasconde nemmeno troppo velatamente un senso di nostalgia che riporta alla mente i pomeriggi spensierati della nostra infanzia. Ci raccontate l’idea di scrivere un brano di questo tipo e le vostre sensazioni quando vi trovate a suonarlo (o ascoltarlo)?

La genesi di questa canzone si potrebbe ricondurre a momenti diversi. Inizialmente è nata l’impronta musicale, con queste strofe ritmate seguite da momenti di respiro del brano. Parallelamente, ci girava per la testa questo concetto di “bim bum bam” che poteva assumere diversi significati, soprattutto per la forte componente onomatopeica di queste 3 sillabe, e che ci portava alla mente un qualcosa di giocoso e infantile.
Poi in un secondo momento “bim bum bam”, collegandosi anche alla nota trasmissione televisiva, ci ha incastrato in questo limbo tra ciò che si è, che si fa e che si pensa da bambini e ciò, invece, che ci occupa costantemente la mente ora che siamo grandi e ormai vicini alla fatidica data dei 30 anni.
È proprio un viaggio lungo un fiume durante il quale si guarda un po’ verso una sponda e un po’ verso l’altra.

Alla scrittura troviamo anche Riccardo Zanotti. Il vostro, al di là del lato professionale, è un rapporto di stretta amicizia. Quanto è stata importante la sua partecipazione per la genesi di questa canzone?

Collaborare con Riccardo è sempre un enorme piacere, ma anche un grande momento di crescita. Lo conosciamo da anni ormai e ogni volta che ci troviamo insieme su un progetto sappiamo come muoverci.
Abbiamo la fortuna di essere praticamente tutti coetanei per cui abbiamo esperienze di vita estremamente simili e questo aiuta tantissimo, soprattutto nei momenti di confronto, perché nessuno si tira indietro dal dire la propria opinione; questo è fondamentale quando si collabora e si vuole realizzare un qualcosa che rappresenti il gruppo nel suo insieme.

Anche la copertina del singolo è un tuffo nel passato. Com’è nato il progetto di questa foto che si accompagna in maniera perfetta al testo?

L’obiettivo della copertina era quello di avvicinare subito il pubblico al clima vintage e nostalgico che pervade il brano. Con questa idea ben chiara nella mente abbiamo contattato Simone Fiorito, del quale siamo grandi ammiratori, che si è reso subito disponibile a dare forma alla nostra idea. Resta al pubblico giudicare il successo della nostra collaborazione; noi non avremmo potuto desiderare una immagine migliore per presentare Bim Bum Bam!

Da www.nuovecanzoni.com

Avete anche svelato le date del vostro tour che si svolgerà nel 2022. Con la speranza che si possa suonare dal vivo con un bel pubblico, cosa vi aspettate da questo tour?

Il prossimo tour sarà sicuramente una bomba! Deve esserlo! È passato troppo tempo dal quel 2019 in cui facemmo 53 date dalla Sicilia a Trento. Ora che il nostro repertorio si sta ampliando avremo finalmente la possibilità di mettere in scena uno spettacolo più vario e completo rispetto al passato. Tornare, prima sui furgoni e poi sui palchi, davanti a persone vere in 3 dimensioni, sarà come un nuovo inizio, ricco di emozioni per noi e di effetti speciali e sorprese inediti per il pubblico.

Potete svelarci qualcosa sui vostri progetti per il futuro, qualche piccolo spoiler?

Sicuramente con il tour già annunciato per Marzo 2020, i mesi che ci separano saranno ricchi di novità, alcuni facilmente intuibili altri decisamente sorprendenti. Quello che è certo è che sentirete molto parlare di noi!



Marco Nuzzo