Intervista ad Ivan D’Ignoti: ”Il mio salto nel mondo”

Di Antonio Filippone e Gabriele Calabrò per Social Up!

Ivan D’Ignoti, giovane video blogger siciliano, è noto per le inaspettate foto che scatta in giro per il mondo.

Protagonista di Expo 2015 con ”Un salto nel Mondo” ha deciso di incontrare noi di Social Up per raccontarci il suo progetto.

Raccontaci un po’, chi è Ivan D’Ignoti?

Ivan D’Ignoti è un sognatore, partito da un piccolo paesino siciliano in provincia di Palermo, Bompietro, che ha lasciato la propria terra per inseguire i propri sogni. Incuriosito dal mondo dello spettacolo, preso il diploma, ha messo qualche soldo da parte organizzando eventi, appassionato di fotografia e video, per iniziare un’avventura legato alla sua valigia, piena di sogni ed obiettivi, da raggiungere in giro per il mondo.

Molti ti definiscono un video blogger? Di cosa si occupa? Come si fa a diventarlo?

Mi piace definirmi “creativo”, adoro comunicare qualcosa attraverso foto e video, strumenti di comunicazione fondamentali sul web, sui social o sui blog. Il video blogger crea vlog, può mostrare qualcosa, una notizia, o può raccontarsi alla gente, condividere la propria vita con i propri followers. Un po’ quello che faccio io, con i viaggi in giro per il mondo, mi piace immortalare le mie avventure e condividerle con la gente che mi segue e che io chiamo #sognatori, come me. Ormai siamo un po’ tutti video blogger, condividendo contenuti video sui nostri social.

E’ noto il tuo progetto “UN SALTO NEL MONDO”. Da dove nasce quest’idea?

Entrato a lavorare in Expo 2015 a Milano, ho trovato tutto il mondo davanti nell’arco di pochi km. Ho pensato di immortalare i diversi padiglioni dei vari paesi, in modo originale. Ho scattato la prima foto in Brasile col salto e l’idea mi è piaciuta molto. I miei colleghi, i primi a vedere la foto, hanno apprezzato molto, quindi ho deciso di farne altre creando un format. Mi sentivo proprio nel bel mezzo del mondo quindi è nata l’idea “Un Salto Nel Mondo”.

Nasci in Sicilia per poi spostarti a Milano. Pensi che se fossi rimasto nella tua terra natia avresti avuto la stessa fortuna?

La scelta di lasciare la mia terra, è soltanto dovuta ad una maggiore presenza del mondo dello spettacolo a Milano. Avrei fatto la stessa scelta anche se fossi nato a Torino, Firenze, Napoli. Torno spesso in Sicilia per tornare a casa dalla mia famiglia e per lavoro, ma porto sempre in alto le mie origini.

Sul web ci sono tantissimi ragazzi con tanta voglia di fare, secondo te come si fa a farsi notare in questo grande mondo dei social?

Ho tanti amici che sono presenti sui social, spesso collaboro con loro e adoro farlo. Penso che farsi notare sui social adesso non è semplice perché è un mondo ormai saturo, ma se si ha voglia di fare, creare contenuti e promuoversi, piano piano si possono ottenere buoni risultati. Io non ho mai pensato al numero di followers ma mi sono sempre concentrato a creare contenuti foto o video che mi divertono, e interessanti da mettere sul web.

Tramite la tua collaborazione con una nota compagnia aerea svizzera, hai fatto molti viaggi in giro per il mondo. Che meta consiglieresti ad un giovane della tua età in cerca di divertimento?

SWISS mi ha dato la possibilità di raggiungere in parte il mio sogno, quello di girare un po il mondo. Ho fatto un “salto” a Zurigo, Ginevra, Budapest e in altre mete, ma consiglierei sicuramente Miami per il divertimento e spiagge stupende. Bangkok rimane la mia preferita, come città con posti assolutamente surreali.

Pensi che per scattare delle belle foto sia necessario fare dei corsi?

Personalmente non ho mai seguito dei corsi di fotografia. Fin da piccolo mi è sempre piaciuto immortalare ciò che per me è bello, un momento divertente o unico, ma non mi reputo un fotografo. Penso che non sia indispensabile, ma per una buona fotografia la tecnica è importante. Io preferisco sperimentare e sperimentarmi da solo.

Come è cambiata la tua vita da un anno a questa parte?

La mia vita è cambiata parecchio, in meglio sicuramente. Ho raggiunto il mio primo obiettivo dopo aver lasciato la Sicilia, quello di trovare un lavoro per trasferirmi a Milano ed essere totalmente indipendente. Sono felice adesso di far ciò che mi piace, ma ho ancora una vita davanti per continuare a sognare.

Potresti anticiparci alcune delle tue prossime destinazioni?

Tra le mie prossime destinazioni ci sarà Venezia, le altre le sto ancora valutando in base al lavoro che mi sarà offerto prossimamente.

Quali sono i progetti futuri? Qualche sogno che vorresti realizzare?     
 Sto realizzando un libro sull’educazione stradale per i bambini, sensibilizzando i più piccoli ad assumere un buon comportamento in strada. Sto lavorando molto sul sociale, per dare dei messaggi attraverso le mie foto e video. Ma il mio primo obiettivo rimane quello di continuare a lavorare nel mondo della pubblicità e girare il mondo, documentare i miei viaggi per promuovere un’azienda, scattare delle foto per un giornale, realizzare altre campagne pubblicitarie. Di progetti ne ho tanti, ma sto pensando anche ad una mia formazione professionale e in questo momento sto anche studiando marketing, pubbliche relazioni, e social media manager. Consiglio a tutti i giovani di seguire la mia pagina Ivan D’Ignoti su Facebook ed Instagam. Condivido ogni giorno la mia vita, sempre col sorriso e la voglia di conquistare il mondo. La ricerca della felicità deve essere il primo obiettivo per tutti noi giovani. Quando non c’è, il lavoro bisogna crearselo, a costo di lasciare la propria terra, la propria famiglia, i propri amici. Bisogna porsi un obiettivo e vivere per raggiungerlo.



Gabriele Calabrò