vanityfair.com

In attesa di #R9, ecco le 10 canzoni più belle di Rihanna

La lontananza di Rihanna dalle scene musicale risale ormai al 2016, anno in cui rilasciò il suo ultimo disco Anti, e da quel momento in poi ha preso una piega sempre più deleteria, scomparendo progressivamente dalla scena musicale e concedendo qualche collaborazione musicale saltuariamente. Complice di questa lunga pausa è stato anche l’incredibile, ed inizialmente inaspettato, successo di Fenty Beauty, sua prima linea di cosmetici lanciata nel 2016 e che al giorno d’oggi conta con miliardi di incassi in tutto il mondo.

Le voci di un suo prossimo ritorno, sull’atteso #R9, stanno diventando sempre più insistenti, e a questo proposito ecco una playlist con le 10 canzoni più belle della sua carriera discografica.

  • Pon de Replay – Music Of The Sun (2005)

La carriera musicale di Rihanna inizia nel 2005, anno in cui rilasciò la sua prima hit dal successo globale Pon de Replay, un brano dance pop e R&B che omaggiava la sua terra, le Barbados, con un testo ricco del tipico lessico dell’isola atlantica. Il brano ottenne un enorme successo e lanciò Rihanna nel mondo della musica di rilievo, dando inizio ad una carriera dal successo intramontabile.

  • Unfaithful – A Girl Like Me (2006)

Dopo solo un anno dal rilascio del suo primo album, Rihanna non ebbe intenzione di mollare la presa e rilasciò A Girl Like Me, album che conteneva pezzi come S.OS. e Unfaithful, vera perla del disco, che mostrò al mondo un suo lato più emotivo e capace di raccontare anche storie più toccanti e basate sulle sue esperienze di vita più difficili.

  • Umbrella ft. Jay Z – Good Girl Gone Bad (2007)

Tuttavia, bisogna arrivare al 2007 per parlare del vero disco che consacrò Rihanna come stella del pop mondiale. Good Girl Gone Bad fu uno dei dischi più venduti di quella epoca, grazie anche ai vari brani al suo interno diventati delle vere hit mondiali. Fra tutti, Umbrella è sicuramente il brano più simbolico di questa era discografica, capace di mostrare la sua trasformazione artistica che generò non poche critiche nel pubblico.

Il pezzo è senz’ombra di dubbio uno dei più belli della sua intera discografia e, controversie musicali a parte, mette in mostra le sue incredibili doti artistiche lasciando tutti a bocca aperta.

  • Don’t Stop The Music – Good Girl Gone Bad (2007)

Almeno una volta nella vita tutti abbiamo canticchiato il ritornello di questa canzone, diventata un vero anthem pop senza tempo. Don’t Stop The Music rappresenta il lato dance pop più sfacciato di Rihanna e, grazie anche all’iconico video musicale girato in una discoteca clandestina, fu uno dei successi più massivi del 2007, oltre che uno dei pezzi più ballati anche al giorno d’oggi.

  • Russian Roulette – Rated R (2009)

Il 2009 fu un anno molto importante per Rihanna, perché il rilascio di Rated R segnò un cambio radicale per la carriera musicale della cantante di Work.

Russian Roulette, e nel complesso Rated R, proposero un nuovo stile musicale, una direzione più “dura”, anche in termini di testi, con dei chiari richiami alla musica hip hop, rock e rendendo pressoché minima la presenza del pop. Tuttavia, nonostante le prevedibili vendite sottotono di questo progetto discografico, Russian Roulette entra di dovere in questa top 10, in quanto ha mostrato un lato di Rihanna ferito e bisognoso di raccontare una storia diversa, una che non facesse solo ballare e divertire, ma anche riflettere.

  • S&M – Loud (2010)

Archiviata la parentesi dark del 2009, dopo solo un anno Rihanna torna con un nuovo taglio di capelli e un mondo molto più colorato: è l’era Loud. Il quinto disco della cantante, a differenza del precedente, mostrò il suo lato più divertente e romantico, con pezzi del calibro di Only Girl (In The World) e California King Bed, ma anche sensuale e stuzzicante.

S&M fu un brano che all’epoca suscitò molto scalpore per il suo contenuto molto esplicito, ma questo non fu abbastanza per frenare il suo successo mondiale, facendolo diventare uno dei pezzi più ascoltati dell’intero disco. Avranno influito le tematiche piccanti del brano? Forse sì, ed è per questo che merita di essere ricordato.

  • We Found Love – Talk That Talk (2011)

Il duo Rihanna e Calvin Harris ha sempre funzionato, e il mondo lo capì per la prima volta quando i due rilasciarono We Found Love, un brano dance diventato una delle hit più importanti del 2011.

Ancora una volta, Rihanna fu capace di proporre un nuovo genere e riuscire comunque a trionfare, regalando un disco dance pop che macinò milioni e milioni di copie. Complice del successo di questo brano fu anche il video, che mostrava momenti della quotidianità di una coppia dalla relazione piuttosto tossica che, tuttavia, non riusciva ad starsi lontano.

  • Diamonds – Unapologetic (2012)

Nel 2012, dopo quattro anni di rilasci musicali senza freni, Rihanna regalò al suo pubblico uno dei brani più importanti della sua discografia: Diamonds. Il brano fu da subito accolto con grande successo, grazie anche alla sua estrema eleganza e delicatezza, nuova per Rihanna, che anche questa volta decise di rinnovarsi e mostrare un nuovo lato di sé.

Il brano guadagnava ancora di più durante le sue esibizioni live, momento in cui Rihanna riusciva a trasmettere al meglio le emozioni del brano al pubblico regalando dei momenti da pelle d’oca.

  • Stay ft. Mikky Ekko- Unapologetic (2012)

Stay è la prova del nuovo ed elegante stile proposto da Rihanna durante la Unapologetic Era, brano che ancora più di Diamonds mise in mostra il suo lato più sensibile e profondo. Questa canzone in particolare parla di una relazione ormai giunta al capolinea che, nonostante la cruda realtà, porta Rihanna a chiedere al suo partner di rimanere, rimanere nonostante tutto.

  • Love On The Brain – Anti (2016)

Chiudiamo questa playlist con un brano contenuto nell’ultimo album di Rihanna, Anti, pubblicato ormai 5 anni fa. Love On The Brain fu uno dei brani più amati dell’intero progetto, a tal punto che fu estratto come singolo visto il grande successo che stava ottenendo, nonostante non fosse mai stato rilasciato ufficialmente.

Baby sto prendendo a pugni il fuoco
Solo per potermi avvicinare a te
Possiamo bruciare qualcosa, baby?
E correrò per diverse miglia solo per poterne avere un assaggio
Dev’essere l’amore che ho in testa



Marco Russano