Harriet, il fantasma della scuola elementare

redazione

In #Instaworld / redazione / Comments

Ai piedi dei monti Tehachapi, nella piccola comunità di Gorman, a 100 Km a nord di Los Angeles in California, vi è un edificio in stile spagnolo adibito a scuola elementare.

Questa struttura in passato era una fattoria di proprietà della famiglia Ralphs, la quale nel 1930, fu colpita da una terribile tragedia, la figlia più giovane Harriet, fu schiacciata accidentalmente dal trattore del padre e il suo corpo, dopo i funerali, sepolto nel terreno antistante la fattoria. Anni dopo la fattoria è stata adibita a scuola elementare e durante i lavori di ampliamento, pare che l’auditorium sia stato costruito proprio sulla tomba della bambina e che il suo fantasma da allora non ha trovato più pace, cominciando a manifestarsi all’interno dell’istituto scolastico.

La prima apparizione risale al 1940, quando Marie Ralphs, un’arzilla vecchietta che aveva appena partecipato ad una riunione di un’associazione di femministe, lasciando l’auditorium si trovò dinanzi a una bambina pallidissima, la quale intimò alla donna di non uscire dalla porta principale, di contro Marie Ralphs non diede retta a quella strana bambina e uscendo, scivolò rompendosi l’anca. Negli anni a seguire molti insegnanti, studenti e custodi hanno avvistato il fantasma di Harriet all’interno della scuola. In particolare si racconta di una maestra che da poco assegnata all’istituto, non diede molto peso alle storie che circolavano sul fantasma di Harriet, bollandole ironicamente come stupide superstizioni, sino a quando un giorno ne fu diretta testimone.

La scuola elementare di Gorman dove si aggira il fantasma di Harriet
La scuola elementare di Gorman dove si aggira il fantasma di Harriet

La maestra che aveva 19 alunni, ebbe un’idea originale, ovvero scrivere l’elenco dei nomi dei suoi alunni su delle mele di carta incollate ad un piccolo albero che stava all’interno dell’aula. Una mattina si accorse però che le mele di carta anziché essere 19 erano diventate 20, sulla mela aggiunta c’era scritto il nome “HARRIET”, pensando a uno scherzo fatto dagli alunni o da altri insegnanti, si limitò a sorridere e a togliere la mela, terminate le lezioni mentre procedeva verso l’uscita, si trovò dinanzi a una bambina dal viso pallidissimo che gli chiese come mai avesse tolto la sua mela, la maestra superando di corsa la bambina, uscì dall’istituto urlando come una matta.

Altra testimonianza riguarda due bambine undicenni, che un pomeriggio dopo aver riposto in modo ordinato i libri in un armadio, udirono il pianto di una bambina provenire dal corridoio e uscite un attimo dall’aula per vedere chi fosse e non notando nessuno rientrarono, trovando tutti i libri sparsi per il pavimento. Tantissime altre sono le storie che circolano su Harriet e tutti a Gorman la temono, anche se a dire il vero non si tratta di uno spirito malvagio, ma di uno spirito che cerca pace.