GF VIP: il reality punta a vincere lo scettro del trash 2020?

Il 2020 si sta rilevando un anno particolare lo sappiamo, ma per nostra fortuna non solo per il Covid, poiché è senza dubbio l’anno del trash televisivo.

Le prime avvisaglie erano arrivate con il Festival di Sanremo, condito da “Dov’è Bugo?” e da annunci di Amadeus sul vincitore anticipati in diretta mondiale, per poi passare ai “negazionisti” social del Covid direttamente da Mondello e da una stagione sottotono di Tempation Island (Alessia che succede?).

Il 2020 anno del trash: gran finale con il GF VIP

Il gran finale, come prevedibile, è stato affidato alla quinta edizione del Grande Fratello Vip, in onda su Canale 5 e condotto con serietà da Alfonso Signorini, Antonella Elia dal fido Pupo (ci si chiede ancora cosa ci faccia in quella gabbia di matti).

Già durante la prima puntata non sono mancati i fuochi d’artificio, con l’abbandono fulmineo della casa da parte di Flavia Vento, capace di resistere un paio d’ore. Flavia, perché? Molli al primo giorno di lavoro? Non bene.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

“Mi dissero che per farla innamorare dovevo farla ridere”

Un post condiviso da Trash Italiano (@trash_italiano) in data:

Nelle settimane successive è toccato a Fausto Leali dare spettacolo, reo di aver pronunciate frasi pericolose che lo hanno fatto passare per nostalgico e razzista. Avendo infranto il regolamento del gioco, è stato squalificato giustamente. I contenuti di un contratto vanno rispettati.

Il meglio, però, è arrivato dopo qualche settimana di convivenza. Protagonisti indiscussi sono sicuramente Franceska Pepe (sì con la kappa) e Tommaso Zorzi, cane e gatto, sempre pronti a punzecchiarsi senza filtri e senza paura.

Livelli altissimi si sono toccati anche grazie ad Adua e Tommaso (sempre lui) nella discussione sulla presenta omosessualità dell’ex di Adua, Massimiliano. Trash sicuramente, ma anche tanta pena perché certe cose, vere o non vere, rimangono personali nonostante tutto. Punto.

GF VIP nobiliare grazie alla Contessa

Il vero peso massimo, come c’era da aspettarsi d’altronde, è l’immortale Contessa De Blanck, un usato sicuro della galassia reality. La contessa aveva fatto capire al pubblico cosa sarebbe successo già durante i primi minuti del suo ingresso in casa, quando si era scagliata contro Tommaso Zorzi, reo di aver scritto un articolo in cui definiva la contessa “decaduta”. Pessima mossa.

La Contessa ha mostrato senza problemi le sue doti strategiche all’interno della casa ed ha fatto capire a tutti cosa vuol dire mettersi contro di lei, soprattutto nel confronto con la mitologica Marchesa D’Aragona. Insomma, No Contessa No Party.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Signore, la carrozza per Rivombrosa vi aspetta 💕

Un post condiviso da Trash Italiano (@trash_italiano) in data:

Si ha comunque l’impressione che il meglio del trash debba ancora venire, sia perché alcune indiscrezioni parlano di una fine del programma al 2021, ma soprattutto grazie alla scelta perfetta dei concorrenti (in termini di trash sia chiaro).

La scorsa settimana abbiamo assistito al racconto della lite tra Franceska ed un’autrice (una nuova frontiera mai raggiunta forse) cosa succederà stasera? Staremo a vedere!



Paride Rossi