“Fatti una canna per una buona causa” il parroco di Goito esorta i suoi parrocchiani

Mai pensato che un buon parroco avrebbe potuto invitare i suoi parrocchiani a fare una canna per uno scopo benefico. E’ vero che si tratta di canne, ma non sempre per canna si intende qualcosa di trasgressivo, ci sono pure le canne dell’organo della chiesa, e se si tratta di rimettere a nuovo uno stimato organo Montesanti, pregiato come fattura ma che il tempo ha ridotto veramente male, gli interventi di ristrutturazione si aggirano intorno ai 120.000 euro, ecco arrivare il nostro parroco Don Marco Mani che genialmente con il suo slogan  “Fatti una canna. Per una buona causa!”, sta tappezzando di volantini il comune di Goito in provincia di Mantova. Lo slogan, con un “sottile” gioco di parole serve per una raccolta fondi. Ovviamente la marijuana non c’entra e come detto le canne sono quelle dell’organo della basilica Madonna della Salute. Sul foglietto si legge: “Aiutaci a restaurare l’organo. Con 50 euro a canna oppure con una donazione tramite bonifico. Puoi partecipare anche tu all’iniziativa e tutti insieme realizzeremo l’opera”. Lo slogan, che ha già fatto il giro dei social e il pieno di commenti e di condivisioni: c’è chi definisce don Marco “un genio del marketing” e chi lo candiderebbe già al premio Nobel. “Servono circa 120mila euro – racconta don Marco alla Gazzetta di Mantova – Sappiamo che si tratta di una cifra importante, soprattutto in un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo, però faremo di tutto per trovare le risorse necessarie alla ristrutturazione di uno strumento che ha un grande valore, è un Montesanti”.



Alessandra Filippello