Famiglie reali e Coronavirus: ecco come reagiscono i sangue blu

Sono tempi duri per tutti noi, cinque giorni in quarantena e già l’Italia intera si sente sfinita. Il coronavirus non conosce età ne estrazione sociale, lo sanno bene i reali di tutta Europa anche loro vittime di questo nemico insidioso.

Ogni Paese ha deciso di combattere a suo modo la pandemia, c’è chi si è barricato all’interno dei propri confini chi ha deciso di ignorarlo e di prenderla con filosofia, c’è invece chi ha redatto un vero e proprio protocollo anti contagio, vedi i nostri amati reali che non hanno alcuna voglia di contrarre il virus.

Il primo a dichiarare la positività del test è stato Karl von Habsburg, l’arciduca d’Austria, il cinquantanovenne si trova oggi in quarantena insieme alla sua famiglia. L’uomo ha dichiarato alla TV austriaca “È fastidioso, ma sto bene. Non è la peste nera. Ho pensato che fosse la solita influenza. Quando un amico mi ha chiamato perché risultato positivo al test dopo un congresso in Svizzera, mi sono sottoposto anche io”. Sembra al momento tutto sotto controllo e le autorità austriache insieme ai medici si sono mostrati pronti e obiettivi nell’intervenire.

I reali di Spagna si sono sottoposti al tampone per il Coronavirus in via del tutto precauzionale perché entrati in contatto con Irene Montero, Ministra delle Pari Opportunità, positiva ak test. La regina Letizia e il re Felipe di Spagna hanno dichiarato al magazine spagnolo Hola: “Sulla base delle recenti attività pubbliche della regina e il le informazioni trasmesse dal governo, come misura preventiva indicata dalle autorità sanitarie”.

I risultati fortunatamente sono stati negativi per entrami tuttavia, la situazione sembra complicata anche in Spagna, alcuni casi infatti sono stati rilevati nella scuola Santa María de los Rosale istituto che vanta come studentesse le principesse Leonor e Sofia. Grande apprensione quindi per le sorti della nazione e un po’ per il procedere constante di questa pandemia.

I reali inglesi dal canto loro non sono stati da meno, nonostante il governo sembra non curarsi particolarmente della propria popolazione, in realtà dei proprio reali sì.
Vista l’età avanzata della Regina Elisabetta e del Re FIlippo, è stato imposto loro di abbandonare Buckingham Palace per trasferirsi in quarantena al Sandringham Palace di Norfolk. Tutti i reali hanno deciso di annullare impegni istituzionali, i principi George e Charlotte continuano ad andare a scuola nonostante il pericolo, tuttavia la struttura mantiene alti i controlli su tutti i bambini e parenti.

I figli della Principessa Maria e del principe Frederik stanno tornando a casa in Danimarca. La corte reale danese ha annunciato giovedì 12 marzo che il principe Christian, la principessa Isabella, il principe Vincent e la principessa Josephine stanno interrompendo gli studi in Svizzera a causa dell’epidemia di coronavirus. La dichiarazione ufficiale del palazzo affermava: “A causa dell’intensificarsi della situazione in Danimarca in relazione alla gestione della diffusione di COVID-19, i reali hanno deciso che la famiglia tornerà a casa dalla Svizzera”. Un forte attaccamento al proprio popolo che vede i principi ereditari presenti in Danimarca nel momento del bisogno.



Claudia Ruiz