Escursì: quando l’estate diventa avventura

Aurora Erbì

In #Travel, social up, WEB / Aurora Erbì / Comments

Anche quest’anno è arrivato il tempo d’estate, ma si tratta di una un po’ speciale, fatta di sudate, km percorsi a piedi o in arrampicata, alla ricerca di fondali inesplorati e storie del passato. Quest’anno non c’è spazio per l’ombrellone e la sdraio, ammettiamolo. Questo è l’anno in cui tutti siamo viaggiatori del mondo, i wanderlust, siamo frutto del training Bear Grylls e sapremmo accendere un fuoco anche con l’acqua piovana; tutti vorremmo partecipare a Pechino Express, e tutti ci sentiamo più devoti alla scoperta della nostra madre terra. Persino stendere il telo da mare è diventato un’impresa: avete provato a gonfiare una laybag? Perciò anche se lavori tutto il giorno nel tuo ufficio, se vivi in Molise (era un po’ vecchia, ok!), o se la passeggiata sul ponte galleggiante nel lago d’Iseo era ciò che di più wild riuscissi a pensare, alzati e trova il modo di rendere anche la tua estate avventurosa sul serio, altrimenti per cosa avresti comprato l’action cam?

I più pigri ergeranno immediatamente il grosso ostacolo tra loro e qualsiasi attività da svolgere: la ricerca. I motori di ricerca ci forniscono possibilità infinite per ciò che cerchiamo. E questo è un male per chi, già fiacco dalla nascita, prende ormai troppe decisioni al giorno per sè stesso, l’azienda per la quale lavora e la quotidianità. In realtà vorremmo menù più corti, comprare online, non più per capo ma per situazione, con il suggerimento degli accessori possibilmente; vorremmo avere meno alternative ma più qualità e immediatezza.

OroseiBike - bici

Socialup ha una brutta notizia per voi vacanzieri pigri: tre ragazzi della Sardegna hanno creato Escursì: una «vetrina online con l’obiettivo di raccogliere tutte le tipologie di escursioni presenti sul mercato, per ora solo sardo. Con la possibilità di prenotarle e acquistarle direttamente online» ci racconta Marco, uno dei fondatori della Start Up che parteciperà alla Start Cup Sardegna. Escursì si pone un duplice obiettivo: «migliorare la presenza sul mercato delle aziende del settore e permettere al cliente di avere una completa ed immediata visione dell’offerta disponibile nella propria zona di interesse; con la possibilità di acquistare il servizio desiderato con un semplice click da qualunque parte del mondo utilizzando PC, Smartphone o Tablet». Il sito è semplice, molto intuitivo e funziona così: le escursioni vengono catalogate in Mare, Terra, Cultura permettendo all’utente di scegliere la macrocategoria che preferisce per poi suggerire, con un menu a tendina, le possibili attività inerenti. Una volta scelta l’attività, viene illustrata la descrizione, una galleria di foto, il prezzo, i servizi e le recensioni. Il sito prevede anche, infatti, che ciascun cliente Escursì possa «lasciare “traccia” della sua esperienza grazie ad un sistema di recensioni e commenti certificati». I creatori vorrebbero inoltre sviluppare «un’Area Personale per i Clienti più articolata di quella attuale, in modo tale che le sue esperienze, le foto, le recensioni e i suoi commenti vengano raccolti in una sorta di “Diario di Viaggio”, condivisibile attraverso i più famosi Social Media». Ma la piattaforma offre dei vantaggi anche alle aziende, le quali hanno la possibilità di accedere ad un loro pannello di controllo col quale gestire in completa autonomia le proprie escursioni e monitorarne l’andamento. E il tutto, naturalmente, può essere acquistato online.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non ci sono più scuse, dunque. Lascia sulla scrivania la Settimana Enigmistica e prendi il bastone, quello da selfie, e sii cool. Quest’estate il trend è #spettinarsi.