Fonte: https://abcnews.go.com/

Eletto il cane più bello d’America: è un pechinese di nome Wasabi

Tutti i cani sono belli, a prescindere dalla loro razza, dimensione o dalle loro caratteristiche fisiche. Ciò che li rende magnifici ai nostri occhi è la loro capacità di offrirci amore e affetto. Tuttavia, esistono concorsi volti a ricercare alcune caratteristiche specifiche nei cani, considerate indicatori di bellezza. Tra questi il più famoso in assoluto è il “Westminster Kennel Club Dog Show“, considerato uno dei più prestigiosi “eventi canini” al mondo. Nata nel 1877 dall’idea di un gruppo di sportivi per “celebrare la compagnia dei cani promuovendo al contempo la proprietà responsabile, la salute e la conservazione della razza”, negli anni è diventato un must per gli appassionati del mondo canino, attirando l’attenzione di migliaia e migliaia di partecipanti. Come da tradizione, anche quest’anno il “Westminster Kennel Club Dog Show” ha incoronato il suo vincitore: è Wasabi il cane più bello d’America. 

Fonte: www.amny.com

WASABI: UN CONCENTRATO DI ELEGANZA E DOLCEZZA

I vincitori del titolo più ambito del concorso sono spesso estremamente glamour e Wasabi non fa eccezione. È un pechinese di tre anni, alto meno di 23 centimetri, soffice come un batuffolo di cotone e più dolce di un barattolo di miele. È, in una parola, perfetto. Piccolo di statura ma con la grinta di un leone, Wasabi ha avuto la meglio su circa 2500 partecipanti e su una rosa di finalisti di tutto rispetto, tra cui anche un whippet e un bulldog francese. Allenato dall’americano David Fitzpatrick, Wasabi ha stupito tutti per il suo charme e la sua eleganza. E sono proprio questi, forse, i tratti che hanno colpito maggiormente. Come ha dichiarato Fitzpatrick, la vittoria di Wasabi è dovuto probabilmente alla sua “singolarità”. “È un cane meraviglioso. Ha talento, dà spettacolo, – sottolineato l’allenatore- ma ha quel qualcosa in più, quel piccolo scintillio che distingue un cane da un altro”.

WASABI: UN CAMPIONE DI “RAZZA”

Come un divo, Wasabi non si è mai scomposto ed ha affrontato la competizione con la tranquillità dei veri campioni. Il padrone del cane ha raccontato anche che il pechinese era assolutamente tranquillo durante tutta la gara, senza mai lasciarsi sopraffare dalle emozioni. Dopotutto Wasabi non è nuovo nel panorama dei concorsi canini, così come non lo è alle vittorie. Il pechinese, infatti, aveva già vinto nel 2019 l’ “American Kennel Club National Championship”, classificandosi anche in quell’occasione al primo posto. Dopotutto Wasabi è il figlio di un campione pechinese e pronipote di Malachy, il vincitore del “Best in Show 2012”.  Anche in quell’occasione, l’allenatore era proprio il proprietario di Wasabi, David Fitzpatrick. 

Fonte: https://eu.usatoday.com/

Insomma quella che ha sbancato nell’edizione 2021, la prima dalla sua fondazione a New York  giugno invece che a febbraio e senza pubblico, eccezione fatta per i padroni dei cani, a causa delle misure anti-covid, è una squadra collaudata di vincenti. Non resta che festeggiare la vittoria adesso con un filet mignon – per il cane – e dello champagne per David.



Catiuscia Polzella