E’ morto il Principe Filippo, il volto carismatico ed esuberante della corona inglese

Sempre al fianco della moglie in ogni occasione pubblica, il Principe Filippo Mountbatten, duca di Edimburgo ci ha lasciato. I tabloid inglesi rincorrevano la notizia da giorni, fino all’annuncio ufficiale di Buckingham Palace: il Principe d’Inghilterra è morto.

All’età di 99 anni ci ha lasciato un uomo che a fianco della moglie ha segnato la storia del nostro continente. Negli ultimi anni ha lasciato la vita pubblica a causa delle sue condizioni di salute sempre più precarie. Le iniziative benefiche e la filantropia che tanto amava è passata nelle mani dei figli e dei nipoti. La sua vita certo agiata è stata invidiata da molti, eppure inizialmente anche per lui come per la Regina Elisabetta, vestire i panni del Principe consorte non è stato semplice.

Nasce a Corfù, in Grecia il 10 giugno 1921, quinto figlio e unico maschio del Principe Andrea di Grecia e della Principessa Alice di Battenberg. Pochi mesi dopo la sua nascita, il nonno materno, il Principe Luigi di Battenberg, muore a Londra, dove era stato naturalizzato cittadino inglese, dopo un onorevole e lungo servizio nella Royal Navy. Il destino e le scelte della sua famiglia l’hanno portato fino a Kensington Palace come parte della scorta della figlia del Re Giorgio VI. L’amore tra Elisabetta e Filippo nasce fin da subito e si consolida negli anni; certo il matrimonio travagliato ha messo a dura prova l’etichetta e le costrizioni di corte, troppo ferree per il Principe.

Trovare il proprio spazio dietro una donna di potere, per un uomo della sua generazione non deve essere stato semplice. Fin dall’inizio la sua incoronazione è stata una dichiarazione di pari autorità agli occhi di nobili e popolo. Eppure negli anni, tantissimi anni, la figura di Filippo, duca di Edimburgo, ha assunto quella autorevolezza istituzionale fortemente voluta. 

Lui secco, deciso e pungente, lei cauta e riflessiva nel prendere le decisioni, sostanzialmente diversi l’uno dall’altro ma ricchi di ammirazione reciproca e, prima di tutto, innamorati. Se è vero affermare che è la regina Elisabetta a regnare, è anche vero che il principe Filippo è la voce che le sussurra all’orecchio e il sostegno incrollabile a cui si aggrappa nei momenti di difficoltà. Un uomo che ha rinunciato a una promettente carriera nella marina britannica per supportare una allora giovane regina inesperta.

Sofferente al cuore sin dal 1992, nell’aprile del 2008 Filippo di Edimburgo viene ricoverato al King Edward VII Hospital per la cura di un’infezione polmonare, dalla quale si riprende velocemente. Pochi mesi dopo gli viene diagnosticato un cancro alla prostata. La famiglia reale chiede di mantenere il riserbo sulle condizioni di salute. All’età di 90 anni partecipa in forma smagliante alle nozze del nipote William del Galles con Kate Middleton, ancora una volta al fianco della sua regina. 

L’Inghilterra intera saluta il suo Principe Filippo con commozione e ammirazione, un uomo che ha servito il proprio Paese con amore e dignità fino all’ultimo giorno della sua vita.



Claudia Ruiz