Una domenica al museo: scopri e condividi la #follianellarte

Lucrezia Vardanega

In #artecultura / Lucrezia Vardanega / Comments

La cultura si fa sempre più social e l’Italia non si tira indietro. Il MIBACT, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, lancia l’hastag #follianellarte per la nuova campagna social dei musei per il mese di novembre. Più di 420 musei,  parchi archeologici e luoghi di cultura made in Italy dove i visitatori potranno immortalare in uno scatto il concetto di follia nell’arte.

Una caccia al tesoro 2.0 per incitare l’Italia ad ammirare e scoprire i tesori nascosti del nostro immenso patrimonio culturale

Il tema di novembre è la follia: un concetto ricorrente nell’arte, dove spesso la creatività e il talento vanno a braccetto con un genio creativo ampiamente sopra le righe. Anime tormentate per natura, per amore, per dolore, per passione, rappresentate dalle più antiche pitture rupestri fino alle creazioni contemporanee; l’obiettivo è trascorrere una domenica a spasso nel tempo lungo i luoghi della cultura italiana per una folle ricerca artistica.

Psicopatologie dell’arte quotidiana

Uomini e donne in preda alla follia amorosa come l’Orlando Innamorato al Palazzo Ducale di Sassuolo, la pazzia suicida di Ofelia dipinta da Gioacchino Toma alla Galleria Nazionale della Puglia o quella scolpita da Arturo Martini a Brera, l’autoritratto del genio folle di Ligabue agli Uffizi di Firenze, il ritratto di Erasmo da Rotterdam, autore dell’Elogio della Follia…. MIBACT per l’occasione propone una varietà di opere immensa, tra le quali anche le statue di due folli e sanguinari imperatori romani, Caligola al Mann di Napoli, Commodo al Museo Nazionale Romano, e ancora la Pazza di Giacomo Balla alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma e La Folle del trittico Le tre sorelle Amedeo Bocchi del Complesso de La Pilotta a Parma.

MIBACT invita gli italiani a dare una loro personale visione del concetto di follia, navigando tra le interpretazioni più disparate e cogliendone ogni sfumatura, in un viaggio nel tempo e attraverso le meraviglie del nostro Paese.

I Musei statali italiani saranno aperti e gratuiti in tutta la giornata di domenica.