Deadpool: tutti i dettagli del trailer “bagnato sul bagnato”

Pochi giorni fa la 20th Century Fox ha rilasciato un fenomenale teaser trailer per Deadpool 2, che uscirà il primo giugno 2018. Non sappiamo ancora se è stato scelto un titolo ma vi farà piacere sapere che il working title della pellicola è Love Machine.

Persino la descrizione del video merita di essere riportata. Ecco le prime informazioni sulla trama di Deadpool 2 secondo il suo trailer:

Dopo essere sopravvissuto a un attacco bovino quasi fatale, uno sfigurato chef di mensa (Wade Wilson) lotta per realizzare il suo sogno di diventare il barista più sexy di Mayberry mentre impara anche a fare i conti con il suo senso del gusto andato perso. Cercando di recuperare il pepe che manca alla sua vita, oltre che un flusso canalizzatore, Wad deve combattere dei ninja, la Yakuza, e un branco di canidi sessualmente aggressivi, mentre viaggia intorno al mondo per scoprire l’importanza della famiglia, dell’amicizia e del sapore – trovando un nuovo gusto per l’avventura e guadagnandosi l’ambito titolo su tazza di Miglior Amante del Mondo.
Nei cinema dal primo giugno 2018.

Il Mercenario Chiacchierone non è nuovo a questi scherzi: nella precedente anteprima uscita insieme al film Logan, chiamata No Good Deed, i titoli di coda erano uno schietto riassunto di Il vecchio e il mare.

Ma mentre i più nerd si chiedono se il parodistico riassunto non contenga richiami a Hellcow, la mucca vampiro con cui Deadpool ha avuto un team up nei fumetti, sarà meglio passare al video vero e proprio.

Deadpool, addobbato sopra al costume come Bob Ross – pittore americano e conduttore della storica trasmissione The Joy of Painting – ci conduce in un affascinante viaggio alla scoperta dei piaceri della tela: Gettin’ wet on wet o, in italiano, Bagnato sul bagnato. I nomi dei colori utilizzati dall’artista che passano in sovraimpressione, tanto per non farsi mancare nulla, sono altrettanti rimandi cinematografici.

Deadpool ci accompagna con voce suadente a scoprire scenari innevati – Dio se amo la cocaina! Così tanto. – e tranquilli panorami boschivi – Niente di sbagliato nel fare amicizia con gli alberi – senza mai dimenticare la sicurezza: Ora, quello che non volete fare è mangiare questi colori. Fidatevi di me su questo.

Mentre Wade Wilson si sbatte un altro po’ il pennello prima di ricominciare, ecco che delle difficoltà tecniche aprono una sequela di scene cariche di adrenalina e cariche di hype: il teaser vero e proprio.

Vediamo Vanessa (la divina Morena Baccarin, già Inara in Firefly e Serenity), che tornerà nel sequel.

Vediamo Dopinder (Karan Soni) tassista, rapitore di rivali in amore e adorato comprimario del primo film. Sta avanzando insieme a Deadpool sputando (un dente?) come un vero duro.

Vediamo Testata Mutante Negasonica (Brianna Hildebrand) che saluta con la consueta cordialità (incidentalmente, tornerà anche Stefan Kapičić per dare voce a Colosso), vediamo Al la Cieca (Leslie Uggams) armata al fianco del nostro antieroe – con il solito, sottile umorismo sulla sua condizione – e un assaggio del ritorno di Weasel (T.J. Miller).

Vediamo Wade Wilson alzarsi in costume da una bara: una scena che ricordiamo ad esempio dalla serie di videogiochi Hitman, ma che con il Mercenario Chiacchierone come protagonista promette molta meno solennità.

Vediamo il Deadpool rabbioso che abbiamo incontrato, nella pellicola precedente, durante la fuga dalla struttura di Ajax/Francis e subito dopo la scoperta del rapimento di Vanessa. In questi pochi secondi Ryan Reynolds dimostra di nuovo quanto potenziale drammatico abbia un mercenario mostruoso e praticamente impossibile da uccidere a cui le cose non stanno andando troppo bene. Il contrasto tra questi momenti di furia e la normale parlantina di Wade è stato un punto di forza del personaggio, e pare che continuerà a esserlo.

Facciamo finalmente la conoscenza di Domino (Zazie Beetz): la mutante capace di manipolare le probabilità che per il Degenerato Rigenerante è stata un bersaglio, un’avversaria, un’amica, un’amante. In sé e per sé, poi, rappresenta uno dei mutanti più badass che la Marvel abbia da offrire.

Infine, dopo aver dato un’occhiata al dipinto/poster che raffigura un possibile pranzo del Ringraziamento a casa Wilson, siamo deliziati da una brevissima sequenza in cui la mano meccanica di Cable (Josh Brolin) – anche lui presente nel quadro – si allunga ad afferrare un’arma.

Cable è un personaggio dalle origini estremamente complicate, troppo lunghe da esaminare in questo articolo.

Basti dire che viene dal futuro, vuole evitare l’apocalisse ed è stato un acerrimo nemico di Deadpool per un bel po’ e un suo alleato ancora più a lungo (a questo proposito, vi consigliamo di leggere qualche episodio della serie dedicata ai due Cable & Deadpool). Ha un braccio meccanico e un occhio strano e ama le armi da fuoco giganti.

Il trailer non risponde alle molte curiosità su ciò che vedremo al cinema l’anno prossimo, anzi: ne crea di nuove. Ma è esilarante e Wade lancia letteralmente in aria una motosega. Insomma: proprio quello di cui avevamo bisogno.



Riccardo Rossi