Dancalia: il posto piú esotico dell’Africa

Esiste in Africa un posto speciale, una meraviglia nascosta che nessuno (forse) conosce. La depressione della Dancalia (o di Afar) é una regione africana situata nel Corno d'Africa, posta fra Gibuti, Eritrea ed Etiopia.

La regione è la piu bassa di tutta l'Africa: il lago principale, il lago Assal, si trova ad una profondità di -155 metri sul livello del mare. Il clima è generalmente molto caldo e secco e l'unico fiume è l'Auasc, che scorre da nord-est fino a sud.

Il National Geographic lo ha definito il "luogo più crudele della Terra". Perché quindi viaggiarci? Andiamo per gradi...

Tanto è inospitale quanto magnifica: viggiare in Dancalia può rivelarsi un'esperienza davvero unica nel suo genere. Ben 80 mila anni fa, la Dancalia fu colpita da un cataclisma che la trasformò in un'inospitale distesa salata, ricca di sorgenti sulfuree e vulcani attivi.

In questa regione abita la tribù degli Afar, che utilizza ancora rudimentali metodi di estrazione del sale, che vive ancora prive delle comodità a cui siamo abituati oggi: caricato il sale sui muli e sui dromedari, agli Afar non resta altro che percorrere chilometri con le carovane, per vendere questa risorsa, una volta usata come moneta locale. Questa tribù inoltre riesce a sopravvivere qui, in uno dei posti piu caldi della Terra.

Infatti, il clima arido e secco non è dovuto semplicemente al sole perennemente alto nel cielo, ma anche all'infinita quantità di vulcani attivi sotterranei.

La presenza di zolfo e pietre evaporitiche inoltre fa sì che questa terra disabitata assuma anche una serie di sfumature suggestive, poco paragonabili agli scenari cui siamo abituati. Un'aurora boreale stesa a terra, potremmo dire, dalle sfumature che ricordano un po' il parco di Yellowstone negli USA, ma un po' più desolato e un po' più esotico.

Ma quello che fa più gola agli Stati Uniti e il Canada non sono tanto questi scenari mozzafiato. La Dancalia è molto rinomata per i giacimenti di potassio: è infatti una delle prime regioni al mondo che fornisce materie prime per esplosivi e fertilizanti.

Una regione quindi che rjschia di essere spolpat e resa ancora più improduttiva.