Dall’ADSL alla fibra ottica: i progressi della connessione a banda larga

Dai vecchi e tradizionali modem 56k fino alle più potenti connessioni in fibra ottica, il mondo di internet ha subito continue e costanti evoluzioni negli ultimi decenni. In questo contesto, il progresso delle infrastrutture della rete ha portato alla ricerca e alla realizzazione di connessioni a banda sempre più larga, principalmente per sopperire all’assiduo aumento di traffico e permettere a tutti gli utenti di usufruire dei vari servizi. 

2000: l’avvento dell’ADSL in Italia

La linea ADSL, il cui acronimo sta per Asymmetric Digital Subscriber Line, è una delle prime tecnologie ad essere state impiegate per l’accesso ad internet. Introdotto in Italia dal 1° gennaio 2000, il collegamento ADSL si serve di un classico doppino telefonico in rame, già presente nella maggior parte delle abitazioni, e si completa con l’installazione di un semplice modem e di appositi filtri per separare il segnale vocale e quello dati. Prende piede nel nostro Paese con estrema rapidità, giusto il tempo di moderare i costi e garantire una buona copertura. Ciò avviene anche perché tutti gli elementi necessari per usufruire della nuova connessione sono comuni: si trovano in molte case private e questo ha indubbiamente contribuito ad alimentare il notevole successo di questa tecnologia nel mercato delle utenze domestiche. 

La caratteristica principale della linea ADSL è la sua larghezza di banda asimmetrica che permette di avere una velocità di trasmissione di dati in download maggiore rispetto a quella di upload: a seconda dell’operatore, della copertura e della tariffa si può identificare un range che va dai 640 kbit/s a diverse decine di Mbit/s in download e dai 128 kbit/s a 1 Mbit/s in upload. 

Lo sviluppo della fibra ottica

Oltre all’ADSL, la fibra ottica è sicuramente l’alternativa più valida ed attualmente più ricercata per ottenere una connessione ad internet a casa che sappia soddisfare le esigenze di chi ricerca velocità. Costituite da filamenti di materiali vetrosi o polimerici, le fibre ottiche sono concepite per poter condurre la luce al loro interno garantendo così la possibilità di trasportare un’elevatissima quantità di dati. Negli ultimi tempi, diversi operatori nel campo delle telecomunicazioni si sono attrezzati costruendo reti proprietarie in fibra ottica con larghezza di banda che può arrivare fino a 1000 Mbit/s in accesso. 

Disponibile sotto forma di cavi flessibili, questa soluzione è immune ai disturbi elettromagnetici, alle condizioni climatiche più avverse e alle più disparate variazioni di temperatura. In questo modo, la connessione risulta essere più stabile, veloce e dalle performance nettamente migliori. Al momento, l’unico limite per la fibra ottica riguarda la copertura, non ancora garantita in tutta Italia. I costi di installazione e cablaggio sono piuttosto dispendiosi, per cui è necessario del tempo per consentire ai comuni di eseguire i lavori opportuni. 

5G in arrivo: l’innovazione più recente

Se ne parla sempre più spesso perché le aspettative sono elevate: il successore del 4G è atteso in tutto il mondo e i produttori di smartphone si stanno industriando per creare dei dispositivi che possano supportarlo. La rete di nuova generazione creerà una rivoluzione nel settore della telefonia mobile cellulare non solo per la velocità, ma anche per la nuova ampiezza di banda, una migliore efficienza energetica e una latenza bassissima, di gran lunga inferiore rispetto al 4G e in generale agli standard precedenti. Staremo a vedere tutti gli sviluppi nei mesi successivi.

Verificare l’efficienza della connessione internet a casa

Sono in tanti a riscontrare continuamente delle problematiche con la connessione ad internet, sia con l’ADSL che con la fibra. Le motivazioni possono essere molteplici, come ad esempio la distanza dalla centrale telefonica o dall’antenna, oppure le interferenze che impediscono il corretto funzionamento del router. Per avere un quadro generale ed affidabile sull’efficienza della propria connessione, è buona norma effettuare uno speed test online. Per ottenere dei risultati affidabili, bisogna compiere più di una misurazione ed assicurarsi che nessun altro in casa stia usufruendo della connessione ad internet. Una volta portato a termine il test di velocità, si vanno a confrontare i risultati con le velocità medie di connessione assicurate dalle varie tecnologie, così da poter avere un paragone più accurato e preciso. 



Giuseppe Forte