Da Harry Potter a Amleto: ecco i tatuaggi temporanei per chi ama i libri

Il tatuaggio (o tattoo) è una delle più antiche tecniche di decorazione corporea permanente che consiste nell’iniettare pigmenti colorati nello strato superiore della pelle, in modo tale da formare disegni, simboli e lettere.

C’è chi sceglie una frase che lo descrive, un simbolo o un numero fortunato, la frase di un libro letto oppure ghirigori vari, e c’è chi li mostra con un po’ di imbarazzo e chi con orgoglio. Soprattutto d’estate, quando il caldo ci consente di indossare indumenti che coprono di meno.

Belli da vedere sì, ma in quanti hanno davvero il coraggio di farli?

A prescindere dal dolore localizzato, dalla fobia degli aghi, il tatuaggio resta comunque permanente. E se un domani quella frase non mi rispecchia più? E se quel simbolo con gli anni non mi piace più?

Esiste la rimozione é vero, ma é una pratica che richiede moltissimo tempo, tanta costanza, e un’infinita pazienza. E diciamolo chi è che risponde a tutti questi requisiti.

Ciò nonostante, per chi teme il tatuaggio permanente, per chi ha la fobia degli aghi, o per chi, banalmente, vuole togliersi lo sfizio, c’è una soluzione: i tatuaggi temporanei.

Si, si… avete letto proprio bene!!!

Durano un breve lasso di tempo che va da pochi giorni a settimane e ci sono diverse tecniche per realizzarli. Quella più utilizzata è il disegno a mano con pigmenti naturali, come l’henné: facile e indolore. Oppure con gli adesivi o con l’eye-liner, ideali per una serata, pratici e veloci.

E per voi, lettori avidi e curiosi, lo sapevate che è possibile trovare tatuaggi temporanei d’ispirazione letteraria? Sono il modo giusto per dimostrare la propria passione quel tanto che basta, magari nell’attesa di decidere quale citazione tatuarsi davvero.

-TATUAGGI ISPIRATI A HARRY POTTER

Se siete tra i fan più accaniti di maghi e magie, allora proprio non potete dire no a questi. Come il simbolo dei Doni della Morte, costituito da una sorta di occhio triangolare dalla pupilla verticale; in maniera stilizzata la linea verticale raffigura la bacchetta di Sambuco, il cerchio la Pietra della Resurrezione e il triangolo il Mantello dell’Invisibilità. Oppure il simbolo nove tre/quarti che è il nome di un binario.

-TATUAGGI ISPIRATI A ORGOGLIO E PREGIUDIZIO

Autrice di veri e propri capolavori, chi non si tatuerebbe, anche se temporaneamente, una citazione di Jane Austen? Per i lettori più accaniti niente descriverebbe meglio di “Affermo che, dopo tutto, non c’è divertimento eguagliabile alla scrittura”.

-TATUAGGI ISPIRATI AD AMLETO

Essere o non essere: questo è il dilemma.

Quante volte l’avete pronunciata con voce autoritaria? Eh si, potreste ricorrere anche ad una delle frasi ritornate nel capolavoro di Shakespeare dal titolo Amleto. Fareste un figurone!!!

-TATUAGGI ISPIRATI A IL TRONO DI SPADE

Ed ecco un set di tatuaggi che rappresentano le casate più conosciute della saga di George R.R Martin, magari da dividere con gli amici appassionati che da tempo parteggiano per l’ottenimento, metaforico, del trono.

-TATUAGGI ISPIRATI A IL SIGNORE DEGLI ANELLI

E se conoscete il significato dei simboli più iconici della saga fantasy di J.R.R Tolkien, il signore degli anelli, beh tatuarsene uno non è una brutta idea, no?!

 

Se nonostante tutte queste idee, non siete lettori di un solo genere, nulla vi rispecchia, o semplicemente siete per la semplicità, basterà anche un libro aperto. Libro di quella storia che state leggendo o di quella che vi aspetta in libreria.