Credete che andare dallo psicologo voglia dire essere malati? Vi sbagliate

Di Martina Naccarato per Social Up!

Quante volte abbiamo sentito dire che lo psicologo o lo psichiatra curano i matti? Beh, è giunto il momento di sfatare questo mito.

I pregiudizi che riguardano i disturbi mentali nascono soprattutto da una una profonda ignoranza collettiva in materia, e purtroppo, sono duri a morire. Pochi sanno che le malattie psichiche sono molto diffuse, perciò potrebbero interessare ciascuno di noi o dei nostri cari. Ecco perché è bene saperne di più.

Sembra incredibile, ma dietro le persone arroganti si cela una grande insicurezza, che spesso impedisce di mettersi in gioco. Gli individui più equilibrati _che si rendono conto di avere un rapporto fragile e complicato con la realtà_ sono invece quelli che sovente decidono di rivolgersi ad uno psicologo o addirittura ad uno psichiatra per farsi curare.

Contrariamente a ciò che si è soliti pensare, i disturbi di panico e la depressione, non si curano solo con i farmaci, ma anche con la psicoterapia. Infatti, Giovanni Andrea Fava, professore di psicologia clinica presso l’università di Bologna, afferma che è più che giusto trattare i singoli episodi drepessivi usando i farmaci, ma bisogna sapere che quest’ultimi hanno un effetto davvero molto limitato su eventuali ricadute.

Inoltre, va detto che non è vero che l’attività mentale delle persone psicotiche è priva di senso. Lo psicologo e psicoterapeuta Maurizio Brasini, sostiene che, anche se tutti coloro che sono ignoranti in materia, credono che non sia così, i discorsi degli psicopatici hanno una logica, perciò è possibile dialogare e avere una relazione con loro. È importante sottolineare che, per certi versi, gli psicotici sono perfino più sensibili del normale alle relezioni, questo perché si affidano molto meno alla logica ordinaria, che tra le altre cose, organizza i contenuti dei nostri dialoghi.

L’anoressia maschile è un fenomeno che è nato e si è ampiamente diffuso nel corso dell’ultimo decennio. La donna anoressica tenta disperatamente di perdere peso, mentre, l’obiettivo dell’uomo che soffre dello stesso disturbo, è quello di trasformare la massa grassa in massa muscolare. Non a caso, i maschi anoressici fanno moltissima attività fisica e mangiano cibo iperproteico.

Molto spesso, gli individui affetti da un qualsiasi disagio mentale, tendono a tenere nascosta la loro malattia per paura di essere discriminati. Quasi nessuno però sa che il disturbi della mente stanno alla base di tutti gli esseri umani, ma solo alcuni li sviluppano in maniera più intensa rispetto ad altri.

Maurizio Brasini ci ricorda che riconoscere il dolore ed “entrare in contatto” con esso, non porta alla guarigione, per guarire è infatti necessario imparare ad analizzare da un altro punto di vista i fatti che ci hanno causato sofferenza ed iniziare poi a conoscere meglio se stessi e gli altri.

Infine, non dimentichiamo che per quanto possa sembrare strano, è scientificamente dimostrato che la psicoterapia, producendo anche effetti di tipo sintomatologico, può addirittura essere associata a modificazioni cerebrali biologiche.



redazione