I Coldplay tornano con l’EP “Kaleidoscope”

È uscito il 14 luglio 2017 su tutte le piattaforme digitali “Kaleidoscope”, l’EP dei Coldplay, che possiamo definire come il to be continued di “A Head Full of Dreams”, l’ultimo stratosferico progetto discografico della band britannica che ha venduto cinque milioni di copie in tutto il mondo e quattro volte disco di platino solo in Italia.

La novità è che “Kaleidoscope” contiene tutti brani già editi, incluso “Miracles (Someone special)”, rilasciato sempre il 14 luglio per celebrare l’uscita dell’EP.

I Coldplay, infatti, hanno estrapolato dall’EP tutti i brani, preferendo regalare ai fan periodicamente un singolo nuovo che mantenesse il collegamento tra loro ed il pubblico e che fosse trainante per il Tour con il quale stanno cantando in tutto il mondo. Nessuno si sorprenderà se ascoltando “Kaleidoscope” troverà canzoni che già conosce a memoria o che ha dedicato, citato o condiviso sui propri social.

Del resto, è inutile negarlo! Da quando la band britannica è diventata famosa, non esiste nessuno in tutto il sistema planetario che non abbia canticchiato o ballato una loro canzone o che non abbia colonne sonore della propria vita firmate Coldplay.

Loro sono le celebri canzoni: “Fix You”, “The Scientist”, “Magic”, “Viva la Vida” e “Paradise” e sono loro i duetti con Rihanna o Beyoncè rispettivamente sulle note di “Princess of China” e “Hymn for the weekend” (solo per citarne alcune!)

L’EP “Kaleidoscope” (che uscirà in versione CD e vinile il 4 agosto) è stato prodotto da Rik Simpson con Daniel Green e Bill Rahko e contiene cinque canzoni.

In “Something Just Like This” e “Miracles (Someone Special)”, i Coldplay collaborano rispettivamente con i Chainsmokers e con il rapper di Detroit Big Sean. La prima canzone è presente nel disco in una versione live; la seconda, invece, è una canzone di una bellezza rara ed una delle migliori insieme ad “A L I E N S”.

Quest’ultima, infatti, è il vero gioiellino di “Kaleidoscope”: è stata scritta con Brian Eno, che l’ha anche co-prodotta insieme a Markus Dravs ed è precisa scelta della band devolvere il ricavato della vendita del brano all’associazione MOAS (Migrant Offshore Aid Station), che si occupa di soccorsi in mare ai migranti.

A queste fanno compagnia “Hypnotised” in versione mix, diventata in breve tempo una hit e “All I can think about is you” che ricorda molto i Coldplay degli esordi, anche se si lascia facilmente dimenticare.

Negli anni i Coldplay si sono imposti nel panorama musicale mondiale e le canzoni contenute in “Kaleidoscope” – alcune delle quali superano già il milione di visualizzazioni nei video ufficiali su YouTube – confermano talento e genio della band di Chris Martin, non regalando nulla di nuovo se non la certezza che la musica dei Coldplay è fatta di sfumature di molteplici colori come sono le emozioni della vita.

Che il mondo musicale e colorato dei Coldplay sia con voi e… Buon ascolto!



Sandy Sciuto