I casi di sparizione minorile e gli Snuff Movie

In MONDO, social up by redazioneLeave a Comment

Ogni anno in Italia e nel mondo, sono migliaia le persone che spariscono nel nulla. Le persone scomparse sono soprattutto giovanissimi, solo nel nostro paese è possibile stimare circa 2000 casi di sparizioni l’anno.

Di questi, moltissimi vengono rintracciati in poco tempo e condotti dalle loro famiglie, ma è comunque alto il numero di giovani che non torneranno più a casa. Il numero purtroppo aumenta ogni anno di più, solo in America la stima degli scomparsi è impressionante, circa 2200 bambini al giorno. Se è vero che molti tornano a casa in poco tempo, per gli altri il destino ha tracciato sentieri terribili. Alcuni finiranno nella rete della prostituzione, altri in quella della pedofilia, altri ancora verranno offerti a Satana da esaltati religiosi di ogni genere. Cosa si nasconde dietro a queste sparizioni? Cosa accadrà a queste innocenti creature?

L’origine degli Snuff movie è misteriosa quanto il fenomeno stesso. Si suppone che la loro origine sia risalente al 1971, ad opera dei coniugi Findlay con un film intitolato “Slaughter”. Ciò che suscitò interesse non fu la pellicola in sé per sé scadente e poco convincente, quanto le dichiarazioni rilasciate dal produttore Allan Shackleton, il quale rivelò, probabilmente solo per catalizzare l’attenzione sul film da lui prodotto, che la sequenza in cui un’attrice incinta veniva torturata ed uccisa, fosse accaduta realmente sul set, senza alcun trucco di montaggio. Il film venne in seguito intitolato “Snuff” ed uscì nelle sale nel 1976. Ciò che più colpisce di tutto ciò, non è tanto la rivelazione di Shackleton, che tra l’altro venne in seguito ritrattata, quanto la similitudine tra la trama del film e la storia del noto Charles Manson. La trama del film, non di certo passata agli archivi per il suo spessore, quanto piuttosto per la storia costruita attorno fatta di dichiarazioni e smentite, racconta di una banda di criminali che uccide in nome del diavolo. La sequenza conclusiva vede il gruppo entrare in una villa ed uccidere chiunque gli si pari davanti. Tale episodio non può che far tornare alla memoria la setta satanica The Family, capeggiata da Charles Manson, che il 12 gennaio 1976, si recò in una villa ed uccise numerose persone, tra cui la moglie di Roman Polansky. Tutto ciò rende ancora più indefinibili i connotati degli snuff movie, che non sono semplicemente dei video realizzati da psicopatici in cerca di pretesti per sfogare la propria violenza, ma che anzi potrebbero benissimo essere collegati a riti satanici, traffici di organi, pedo-pornografia e quanto altro di ancora più terribile.

I pedo-snuff movie

I pedo-snuff movie sono video in cui vengono ripresi rapporti sessuali tra uomini e bambini. Il mercato di questi deplorevoli filmini è molto difficile da stanare, la maggior parte del materiale reperibile su internet non è reale, nonostante ogni anno aumenti sempre in maniera esponenziale. La diffusione di questi video, almeno quelli veri in tutto e per tutto, avviene principalmente all’interno di gruppi molto ristretti. Si tratta di materiale così scottante, che ogni azione per mantenere l’anonimato, è lecita…

La storia di Paul Bonacci

Il 3 marzo 1994 la Yorkshire television era pronta a trasmettere in America su Discovery Channel un documentario di 56 minuti, intitolato “La cospirazione del silenzio”, in cui veniva fatta luce su un giro di pedofilia e satanismo, che coinvolgeva importanti uomini d’affari degli Stati Uniti. A poche ore dalla messa in onda del documentario shock, il Congresso degli Stati Uniti ne vietò la diffusione e pretese la distruzione di tutte le copie del documento. Le ragioni di tale volontà sono probabilmente riconducibili all’intenzione di non alimentare ulteriormente voci che vogliono uomini politici americani coinvolti in giri di pedofilia e nella realizzazione di pedo-snuff movie.

Nel 1988 scoppiò lo scandalo. Larry King, legato al partito repubblicano, indagato per il fallimento della Franklin Bank & Trust, sembrò essere colpevole di azioni ben peggiori rispetto a quella per cui era imputato. Venne infatti fuori, che l’uomo organizzava dei party per pedofili e dei pedo-snuff movie a cui partecipavano numerosi uomini illustri. Grazie ad alcune testimonianze, è possibile avere un quadro più chiaro di ciò che accadeva realmente all’interno di questi pseudo-party. King venne inseguito condannato per falso in bilancio, ma a suo carico non fu mai avviato alcun processo per le accuse lanciategli da alcuni giovani superstiti dalle atrocità subite. Uno di questi giovani si chiama Paul Bonacci ed è recluso in isolamento nel centro correzionale di Lincoln a seguito alle numerose minacce ricevute. Le dichiarazioni di Bonacci furono così scioccanti, che vennero chieste numerose perizie psichiatriche. Ciò che comunque emerse fu l’assoluta sanità mentale del giovane.

Di seguito alcune sue dichiarazioni: ” Nell’estate del 1985, Larry King mi portò insieme ad un altro ragazzo di nome Nicholas, in California, nel Colorado, per girare un film… C’era un ragazzo in gabbia, ci fecero spogliare ed indossare dei vestiti tipo Tarzan e ci obbligarono a picchiare e ad avere rapporti sessuali con questo. In seguito, arrivò un uomo che iniziò a picchiare il ragazzo e a sbatterlo come se fosse una bambola. Prese poi una pistola e lo uccise sparandogli in testa. Sono stato testimone del sacrificio di bambini di pochi mesi. Era la ricorrenza della nascita di Cristo e tutti cantavano per pervertire il suo sangue. Con un pugnale, uccisero e fecero a pezzi il piccolo, poi riempirono una coppa con il suo sangue, mescolandolo ad urina e ci obbligarono a bere dalla coppa, mentre loro cantavano Satana è il Signore”.

Le dichiarazioni di Bonacci sono terribili, ma purtroppo non è mai stata, e forse mai verrà fatta, luce sull’intera vicenda. Qualcuno ci ha provato, investigatori privati, le vittime di questo sistema, ma alcuni sono stati costretti a ritrattare, altri sono stati uccisi. Si tratta di un segreto così sconvolgente, che rischierebbe di gettare gli interi Stati Uniti nel caos. Ecco la lunga lista dei personaggi coinvolti o vicini alla verità, morti tutti in circostanze poco chiare: Dan Ryan, Bill Baker, Curtis Tucker, Charlie Rogers, Bill Skaleske, Joe Malek, Mike Lewis, Gary Caradoni, Troy Boner.
Siamo partiti dal documentario che Discovery Channel nell’ormai lontano 1994 avrebbe dovuto trasmettere. Una copia del filmato giunse all’ex senatore del Nebraska John De Camp, che è divenuto poi l’avvocato difensore delle vittime. Ad oggi è l’unico che lotta affinché venga fatta chiarezza su questa terribile pagina della storia Americana.

Dai pedo-snuff movie ai crimini a sfondo satanico

Gli snuff movie, rappresentato a questo punto, solo l’ultimo anello di una catena terrificante di violenze, torture e crimini. Un altro aspetto oltre a quello legato alla realizzazione dei pedo-snuff movie, che coinvolge bambini e uomini insospettabili, è quello relativo alle uccisione con movente satanico. Le sette sataniche, ed i conseguenti crimini, sono in costante aumento in tutto il mondo. Ciò che comunque emerge è la protezione di cui godono questi uomini vicini se non addirittura facente parti dei centri del potere mondiale.

Sudafrica: anche in Africa le sette sataniche continuano indisturbate ad agire. Bambini vengono uccisi ed offerti come sacrifici al principe delle tenebre, altri vengono costretti a partecipare ad orge e ad avere rapporti sessuali con animali, come cani e capre. Il tutto in nome di Satana.

Inghilterra: a Londra vi sono bambini che vengono torturati, violentati ed uccisi, giovani ragazze incinte rigorosamente minorenni torturate e i loro feti vengono estratti a forza. Riti satanici che prevedono inoltre il cibarsi dei feti per purificarsi. Tutto questo non è totalmente verificabile, ma si tratta comunque di episodi che godono di credibilità, come confermato da gruppi istituiti per la prevenzione delle crudeltà nei confronti di bambini. Nel 1990, un bambino inglese ha rivelato di esser stato violentato dopo essere stato costretto a bere pozioni magiche mentre era recluso in una gabbia. Il piccolo ha fatto inoltre riferimento ad uccisioni di neonati, a tombe dissotterrate e al cannibalismo.

Belgio: l’europarlamentare belga Olivier Dupuis, durante un congresso del partito radicale, rivelò di come nel suo paese era consuetudine “la caccia al bambino”, la quale possedeva le stesse dinamiche di una caccia al coniglio. I piccoli venivano disposti liberamente in un territorio circoscritto e poi ricercati fino ad essere uccisi. Dupuis sostenne che tra i partecipanti alla caccia vi erano numerosi uomini appartenenti alle alte sfere del Belgio.

Il traffico degli organi

Le sparizioni di bambini avvengono ininterrottamente in tutto il mondo. Come già scritto, molti di loro finiscono nelle mani sbagliate dei pedofili, altri invece nelle mani di uomini interessati a ricavarne gli organi. Proprio così, esisterebbero infatti dei veri e propri cataloghi su cui trovare gli organi in offerta, che alimentato il traffico illecito, e che uccidono innocenti creature. Tutto questo, nonostante non sia propriamente correlato agli snuff movie, conclude un terribile cerchio di episodi e di eventi, che hanno come aspetto principale le violazioni più malate e perverse, che ragazzi e ragazze subiscono ancora oggi in tutto il mondo in questa atroce casa della follia.

Loading...