Calciatori famosi che hanno indossato maglie che (forse) non sapevi

Tommaso Pirovano

In SPORT / Tommaso Pirovano / Comments

Nel corso della propria carriera alcuni giocatori scelgono di legare la loro avventura calcistica ad una sola maglia mentre altri sono soliti a cambiarla più frequentemente. Cambiare squadra non è solo una questione di soldi ma, a volte, una vera e propria necessità per il prosieguo della carriera. Anche alcuni calciatori che hanno legato i loro successi quasi ad un’unica maglia sono stati costretti (a inizio o fine carriera) a esperienze calcistiche che pochi ricordano. Ecco alcuni esempi di calciatori famosi che hanno indossato maglie che (forse) non sapevi.

Ronaldo – PSV Eindhoven

Prima di affermarsi come “il Fenomeno”, indossando le maglie di club come Barcellona, Inter, Real Madrid e Milan, Ronaldo arrivò in Europa grazie al PSV nel 1994. Vestì la maglia del club di Eindhoven per due stagioni realizzando 43 reti nel campionato olandese, vincendo anche una Coppa dei Paesi Bassi, per poi essere ceduto al Barcellona.

Pique – Manchester United

Gerard Piqué è, ad oggi, uno dei calciatori più rappresentativi del Barcellona essendo cresciuto nel club blaugrana e avendo giocato in prima squadra per oltre dieci anni. Prima di affermarsi come uno dei migliori difensori europei, sia con la maglia della Spagna che con quella del Barcellona, ha vestito la maglia del Manchester United. Fu acquistato da Alex Ferguson nel 2004 e indossò la maglia dei Red Devils fino al 2008 prima di fare ritorno in Catalogna. L’esperienza in terra inglese non fu esaltante: poche presenze (24 in quattro anni) e un prestito al Real Saragozza. Certamente la sua avventura non fu facilitata dalla concorrenza di due mostri sacri della difesa come Vidić e Rio Ferdinand.

Ribery – Galatasaray

Il calciatore transalpino ha indossato per sei mesi la maglia del Galatasaray. L’esperienza turca ha permesso al francese di rilanciarsi e di tornare in patria al Marsiglia per la stagione successiva garantendosi anche la convocazione per il Mondiale del 2006. Durante la sua permanenza in Turchia i tifosi locali hanno coniato per lui un nuovo soprannome: Scarface

Guardiola – Brescia

Oltre a essere uno degli allenatori più vincenti degli ultimi tempi, Guardiola è stato anche un calciatore di ottimo livello. Pep ha vestito la maglia del Barcellona per oltre 11 anni prima di trasferirsi in Italia nel 2001. Durante la sua militanza in Seria A Guardiola ha indossato prima la maglia del Brescia, per un intero campionato, prima di essere acquistato dalla Roma. L’esperienza nella Capitale non fu felice tanto che, dopo solo sei mesi, tornò in prestito al Brescia, concludendo lì la sua parentesi italiana.

Ronaldinho – PSG

La prima esperienza europea, per il Gaúcho, fu con il club parigino. All’epoca (2001-2003) la squadra francese non era agli attuali livelli, nonostante militasse in Ligue 1. Durante la sua permanenza a Parigi il club non vinse neanche un trofeo ma Ronaldinho riuscì a mettersi in mostra venendo acquistato dal Barcellona nel 2003 dove si consacrerà definitivamente nel grande calcio europeo.