Burj al Babas, la città fantasma con 587 castelli in Turchia

587 castelli, esattamente identici, si trovano in Turchia, nel villaggio di Burj al Babas. Sarebbe dovuto diventare meta di ricchi, principalmente arabi e russi, che avrebbero passato qui le proprie vacanze. Il progetto, purtroppo, è miseramente fallito e non è mai stato completato. Nel 2014, in questo luogo, a circa tre ore di auto da Istambul, un consorzio di imprese, doveva realizzare questo splendido luogo per super ricchi. Nel 2016 il consorzio Sarot Property Group circa 2.500 operai per la realizzazione del progetto. 200 milioni di dollari il costo stimato per la realizzazione di quello doveva essere un luogo da favola, dove tra le colline verdi, sarebbero sorti castelli, campi da tennis, piscine, campi da calcio, un centro commerciale, un cinema, ovviamente mai realizzati.

La crisi politico-economica

Nel 2018, a causa del calo del prezzo del petrolio e dell’instabilità politica, il progetto si è fermato per sempre. Quello che doveva essere un progetto lussuosissimo, oggi è solo meta di turisti che si recano in questo posto incantato e completamente deserto, per immortalare il paesaggio fiabesco che tanto ricorda i castelli da favola della Walt Disney.

Il progetto iniziale

Prevedeva 732 unità immobiliari, oltre ad un grande centro commerciale. I viali, le strade, le piazze e molte altre opere di urbanizzazione non sono mai state completate. Molti dei 587 castelli realizzati, non presentano le finiture interne ed il loro aspetto fiabesco ed incantato è dato esclusivamente dalla facciata esterna.

Il complesso immobiliare è abbandonato, e così è rimasto per tutti questi lunghi 3 anni dall’improvviso abbandono dei lavori. Sul sito ufficiale, però è possibile, tutt’ora, ammirare il progetto. Nonostante metà dei castelli fossero già stati venduti (così pare) per cifre che si aggiravano tra i 400 ed i 500 mila dollari, questo posto non ha mai visto arrivare i ricchi industriali con le loro valige firmate e i collaboratori domestici al seguito.

Per Bloomberg, una multinazionale operativa nel settore dei mass media, con sede a New York, considerata una bibbia dai più grandi esperti di finanza internazionale, la città dei castelli fantasma in Turchia è considerata uno dei fallimenti immobiliari più ingenti e catastrofici della Turchia negli ultimi anni.



Sharon Santarelli