Bambina durante un festival rimane attorcigliata ad un aquilone e vola in aria seminando il panico

C’era una volta una bella bimba di 3 anni, dolce e simpatica che sognava tanto di poter volare libera nel cielo…

Nonostante l’inizio si presti volentieri ad una bella favola, la storia che vi raccontiamo e vi facciamo vedere in video, non è proprio una favola, anche se però potrebbe sicuramente diventarlo, tratta da una storia vera, nessuna bugia è tutto filmato. Lin una bambina di Taiwan, durante il Festival degli Aquiloni, nel porto di Hsinchu che ogni anno richiama migliaia di bambini, mentre con il naso in su, sta ammirando quelli con la coda lunga lunga, quando a un tratto una di queste code, con la complicità di un colpo di vento particolarmente forte le si attorciglia addosso e la solleva e se la porta su in cielo come per un giro di giostra speciale. Trenta secondi che sembrano durare 30.000 vite, soprattutto per i suoi genitori che impotenti sono costretti ad assistere alla scena. La bambina si libera in aria, per sua fortuna saldamente e miracolosamente ancorata alla coda dell’aquilone, con peripezie in su ed in giù,poi lo stesso vento che l’aveva rapita perde di forza e la restituisce dolcemente a tutte quelle braccia tese. Viene subito in mente il vento, anzi tornado, che nella fiaba di Frank Baum solleva e porta lontano fino al paese di Oz la casetta di Dorothy, con dentro la bambina e il suo cane Totò.  A Lin sono bastati trenta secondi, durante i quali certo i genitori saranno invecchiati di trent’anni. E Lin? In apparenza solo qualche piccolo graffio e il cuore che batte a mille. Il sindaco si è scusato per l’accaduto e ha interrotto il Festival. La bambina è stata portata in ospedale per i controlli, tutto bene, dicono.



redazione