“Adotta una corsia”: 10 euro per aiutare e sostenere i bambini malati di cancro

In social up, SOCIALE by Catiuscia PolzellaLeave a Comment

In Italia, circa 1.380 bambini e 780 adolescenti si ammalano di tumore ogni anno. E se il trend con cui si ammalano i più piccoli resta ancora stabile, per gli adolescenti continua drammaticamente a salire, registrando un +2% all’anno. Se guardiamo, invece, al mondo, si stimano 215.000 nuovi casi nell’età tra 0 e 15 anni; 85.000 tra 15 e 19. Cifre enormi rispetto alla giovane età dei piccoli pazienti.

I tumori pediatrici più comuni sono le leucemie, e, tra queste, la leucemia linfoblastica acuta, che ha tassi di sopravvivenza nell’ordine del 90%. Secondi in ordine di frequenza sono i tumori del sistema nervoso centrale, seguiti dai linfomi. Questi tre gruppi di malattie sono responsabili di oltre due terzi dei casi di cancro nell’infanzia. ,mentre sarcomi delle ossa e dei tessuti molli, tumori a localizzazione addominale (neuroblastomatumori del rene, eccetera), tumori della tiroide e in altre sedi sono, invece, molto più rari. Tuttavia, grazie alla ricerca scientifica, alle nuove tecnologie e ai nuovi farmaci, oggi il tasso di mortalità è in netta diminuzione, ma la strada da percorrere è ancora lunga, soprattutto se pensiamo a quanti bambini nel mondo non posso permettersi tali cure.

Se nei paesi in via di sviluppo assistiamo ad un calo dell’incidenza tumorale nei bambini, lo stesso non si può dire per il resto del mondo. Ogni giorno tanti bambini malati soffrono a causa delle diseguaglianze sociali come povertà, mancanza di istruzione ed emarginazione sociale, differenze che riguardano anche l’accesso ai servizi sanitari. La salute non può essere una questione di classe sociale, di soldi o di etnia, ma un diritto per tutti. E proprio oggi, che si celebra la XV Giornata Mondiale contro il cancro infantile, questo diventa un grido di speranza.

Tutto questo, e molto altro ancora, è contenuto nel “Manifesto della Salute”, lanciato da Soleterre,  un’organizzazione umanitaria laica e indipendente che opera per garantire i diritti inviolabili degli individui nelle “terre sole”. Impegnata nella difesa del Diritto alla Salute, soprattutto per i più deboli, l’organizzazione si è fatta promotrice di una bellissima iniziativa, “Adotta una corsia”. Si tratta dell’attivazione di una donazione mensile di 10 euro per sostenere le cure mediche a 30 bambini malati, ricoverati nei reparti pediatrici degli ospedali in Italia, Ucraina, Uganda, Costa d’Avorio, India, Marocco e Repubblica Democratica del Congo, in cui è attiva Soleterre. Con un semplice gesto, infatti, è possibile garantire loro ogni giorno farmaci, nutrizione, sostegno psicologico e animazione per migliorare la qualità della loro vita e offrire concrete possibilità di guarigione.

“Bastano 10 euro al mese e potrai stare al loro fianco ogni giorno” e rendere la loro vita, tra reparti e corsie, un po’ più colorata e semplice. Collegati al sito e fai anche tu la tua donazione. Basta poco, che altro ci vuole?

About the Author
Catiuscia Polzella

Catiuscia Polzella

Nata a Morcone (BN) nel 1988. Laureata in Scienze Internazionali presso l’Università di Siena. La mia più grande passione è viaggiare e mi affascina scoprire nuove culture e diversi stili di vita.