achille lauro

Achille Lauro, il quarto quadro è un inno alla libertà di fregarsene!

Che si tratti di strategie di marketing o pura ispirazione artistica rimane alta l’attenzione sulle performance di Achille Lauro.
Per la quarta serata al festival di Sanremo i brani eseguiti sono due hit di grande successo: Me ne frego feat Boss Doms e Rolls Royce feat Fiorello.

A firmare gli outfit del quarto “quadro” è sempre Gucci. La maison di cui Achille è testimonial si conferma in grado di soddisfare le richieste della sua estrosità.

Achille Lauro porta in scena una nuova immagine e continua il suo viaggio tra i generi musicali. Questa è la volta di celebrare il Punk Rock. Icona della scorrettezza. Purezza dell’anticonformismo. Politicamente inadeguato.

achille lauro sanremo quarta serata

Sera dopo sera si fa sempre più chiaro il messaggio lanciato da Achille. Libertà è la parola chiave. Dunque si celebra ogni manifestazione in grado di abbattere il conformismo e il politicamente corretto. Nel videoclip celebra i più grandi anticonformisti della storia, ignare di essere anime punk e rock che hanno fatto delle loro azioni un messaggio dirompente contro la pubblica opinione.
San Francesco che si spoglia dai beni. Elisabetta Tudor che muore per il popolo. Giovanna D’Arco che va al rogo. Prometeo che ruba il fuoco agli dèi.

Achille Lauro pensa anche all’attualità agli uomini comuni che nel quotidiano celebrano la libertà di essere ciò che vogliono. Uomini che indossano calze a rete e donne che si liberano dal perbenismo e si sporcano di libertà. Il messaggio è sempre più chiaro, abbattere e sovvertire le ideologie di omologazione che ci vogliono in un determinato modo. E che Dio benedica davvero chi se ne frega.

In un abito di tulle e piume svolazzanti innalzando la bandiera dell’Italia come una Libertà che guida il Popolo nostrana, Achille inscena un matrimonio con una misteriosa figura velata di bianco, Boss Doms. Un bacio, il secondo di questo Sanremo dopo quello di Barra e Santamaria.

Esibizioni cariche di teatralità. Che se ne dica il drama e l’inaspettato sono pane per i denti di Lauro.
In scena stupisce anche Fiorello che si presta alle bizzarrie di Achille e proprio come una nemesi in un abito completamente nero con in testa una corona di spine gli fa da contralto in Rolls Royce.

L’opinione pubblica si spacca a metà. Da un lato chi elogia il suo operato e dall’altro chi vuole vederci delle strategie. Comunque sia, Achille desta scalpore e i suoi messaggi sono uno show che fa bene al cuore.



Benito Dell'Aquila