9 consigli per smettere di fumare  

Le campagne contro il fumo sono sempre più diffuse e persuasive  tanto che molti tabagisti si lasciano convincere ad iniziare un processo di disintossicazione da nicotina e tabacco. Smettere di fumare non è semplice per chi ha la dipendenza dalla sigaretta e non si può dall’oggi al domani pretendere di liberarsi per sempre dal vizio senza difficoltà o sacrifici.

Tuttavia, con un po’ di buona volontà e tanta pazienza, si può davvero dire basta alla sigaretta per sempre.

A volte può essere talmente difficile che, come spiegano anche alcune statistiche, a livello mondiale, il 90% dei tentativi di smettere fai da te fallisce.

Ma seguendo questi facili consigli, tutto potrebbe diventare più semplice.

1)      Chiedi aiuto

Per il fumatore che sta affrontando per la prima volta il percorso di disintossicazione,  potrebbe essere molto complicato farcela da solo.

I primi giorni soprattutto sono i più difficili, l’assenza di fumo provoca perdita di concentrazione, mal di testa, difficoltà a scandire il tempo, stress e nervosismo.

Affidandosi dunque ad un esperto si avrà come la sensazione di seguire il percorso non da soli. Il fumatore sentirà di avere cioè un appoggio, un aiuto, una persona su cui contare quando si ha voglia di gettare la spugna.

Se non sai dove andare o a chi chiedere aiuto, ci si può rivolgere al proprio medico curante che saprà indirizzarti verso uno dei tanti Centri Antifumo di ospedali e Asl del nostro Paese.

Attraverso il giusto supporto, non solo farmacologico ma anche psicologico fornito da un centro specializzato le possibilità di successo salgono di oltre la metà.

2)      Non arrendersi ai primi segni di cedimento

Come puoi immaginare, i primi giorni saranno i peggiori per chi ha accantonato la sigaretta.

Ma saranno proprio quelli a fare la differenza e a determinare la buona riuscita del tuo percorso. Se preso dallo sconforto cederai alla tentazione di fumare una sigaretta, non pensare che questo abbia mandato all’aria tutto il percorso.

All’inizio potrebbe essere normale, ma chiunque cade, deve sapere rialzarsi più forte e costante di prima.

3)      Condividi i tuoi traguardi

Disintossicarsi dalla sigaretta è un percorso in salita. Dal momento che ogni piccolo passo fatto in avanti è una conquista, ti consigliamo di condividere la tua gioia di avercela fatta con amici e parenti.

Il tuo obiettivo farà felice anche loro, che ci tengono a saperti sereno, in salute, rinato. Ogni giorno che passerà senza sigaretta sarà una piccola vittoria per te.

E se parlerai di ciò ai tuoi cari, ti sentirai sempre più motivato a continuare, anziché cedere al pensiero e alla tentazione.

4)      Liquirizia e cerotti alla nicotina

Per sostituire la sigaretta tra le dita, e “illudere” la mente, acquista dei bastoncini di liquirizia, magari naturale, da tenere in mano e portare alla bocca quando il desiderio di fumare diventa irrefrenabile.

Se questo non dovesse bastare sotto consiglio del medico curante, acquista un cerotto alla nicotina.

Si tratta di un dispositivo che si applica sulla pelle e che rilascia la nicotina in circolo nel sangue per attutire il desiderio di fumare, compensando così nel nostro organismo il bisogno della nicotina.

5)      Bevi molta acqua

Può sembrare un consiglio banale ma ricorda che la nicotina è idrosolubile, per cui bevendo almeno due litri d’acqua al giorno depuri più rapidamente l’organismo dalla sostanza che ti rende schiavo e riduci la sindrome da astinenza.

Ogni volta che ti viene la voglia di fumare, prendi un bel bicchiere d’acqua e mandalo giù.

Smettere di fumare è tutta una questione psicologica: quando il pensiero diventa insistente tieni duro, e vedrai che l’impellenza passerà nel giro di 5 minuti.

6)      Tieni lontano le tentazioni

Ti abbiamo detto che i primi tempi non è grave cedere a qualche piccola tentazione. Tuttavia se impari a tenere lontano dagli occhi e dai pensieri la sigaretta sarà tutto più semplice.

Libera la tua casa, l’ufficio, l’auto da pacchetti nascosti, sigarette avanzate e accendini. Al contempo cambia anche stile di vita: se col caffè eri abituato a fumare la sigaretta prendi meno caffeina. Se eri abituato a fumare dopo cena, leggi un libro o prepara una tisana e fatti compagnia così.

Questo per dire che, qualunque cosa tu facessi prima del percorso di disintossicazione che ti portava alla sigaretta,  dovrà per causa di forza maggiore uscire fuori dal tuo habitué per evitare le tentazioni.

7)      Depura la casa

Reinventare i tuoi spazi, ti aiuterà a fare entrare nella tua vita una ventata di novità. Getta accendini, ceneriere, fiammiferi.

Se in casa c’è odore di fumo, fai una bella pulizia, compra un deodorante per ambienti, e cerca di rinfrescare ogni stanza.

Devi fare qualunque cosa per dare al cervello la sensazione che la sigaretta non abbia mai fatto parte della tua vita.

8)      Usa la sigaretta elettronica

La sigaretta elettronica è un dispositivo che si è molto diffuso negli ultimi anni, sostituendo in molti fumatori l’uso della normale sigaretta.

Non a caso nasce proprio per ridurre a zero l’uso della tradizionale cicca.

Ti consigliamo pertanto di provare uno di questi dispositivi, per imparare in maniera graduale a disabituarti alla normale sigaretta.

In commercio trovi molti modelli, soprattutto trovi filtri sia a base di nicotina sia 100% naturali solo aromatizzati. Scegli quello più confacente alle tue esigenze. Per iniziare possiamo consigliarti due modelli dal prezzo contenuto e dalle alte prestazioni Eleaf Istick Pico  e Squeeze Pico.

9)      Evita i sapori forti

Secondo la scienza assumere cibi con sapori molto speziati, mangiare peperoncino o bere alcolici aumenta il desiderio di fumare. Per agevolare il tuo percorso liberati quindi di qualunque alimento o bevanda che ti faccia venir voglia di fumare.



redazione