7 regole per vivere da soli al massimo della felicità

Andare a vivere da soli è uno dei grandi passaggi della vita. E’ un po’ come quando qualche nostra amica ci dice che si sta per sposare o che è in dolce attesa: spiazzante, scioccante ma estremamente naturale. Non potremo vivere per sempre sotto la gonna (o il jeans?) di nostra madre, per cui, tutti noi ci ritroveremo in un momento della nostra vita a cercare casa disperatamente tra siti online, agenzie e passaparola. Arriverà la fatidica domanda shakespeariana da porre a noi stessi guardandoci di fronte allo specchio: “E adesso?”.

Tranquilli: Un passo per volta. Prima cerchiamo di capire cosa vuol dire davvero “vivere da soli”. E’ sicuramente come pensare alla fine di un’era: quell’epoca in cui tornavi a casa e addirittura non ti dovevi preoccupare di pagare affitti, bollette o cibo (un paradiso). Tutto filava liscio e noi, come pascià, pensavamo fosse addirittura faticoso. Beata gioventù.

 Vivere da soli può rivelarsi la prima delle grandi e bellissime esperienze che la vita possa regalarci ma, attenzione, si può incorrere in tanti rischi e soprattutto fatiche. E forse è proprio questo il bello. Ci fa crescere, ci lancia in una nuova prospettiva e ci apre le porte della maturità e, perché no, dell’adulting seriale. Basta camerette, basta lavatrici della mamma e soprattutto, basta vita da liceali. Scatoloni e scotch alla mano: pronti ad impacchettare una vita da poter portare nel nostro piccolo angolo di mondo che ben presto saremo in grado di chiamare “casa”.

Ecco quindi 7 comandamenti da incidere su una stele di granodiorite per ricordarci cosa fare e cosa non fare all’inizio di una nuova convivenza con noi stessi:

  1. INIZIAMO AD AVERE UNA NUOVA ROUTINE

Che sia la spesa del lunedì, le pulizie del sabato o semplicemente l’orario per pranzare o cenare: abbiamo bisogno di ristabilire la nostra vita quotidiana. Andare a vivere da soli significa cavarsela, sempre. Può essere destabilizzante all’inizio, soprattutto se abbiamo passato gli anni della nostra vita a casa con mamma e papà. Ma ormai quei tempi sono finiti. Nessuno laverà per noi, nessuno ci darà da mangiare o ci stirerà i vestiti del sabato sera. Iniziamo a prendere confidenza con noi stessi e con la nostra nuova vita. Un passo per volta e riusciremo a mettere i primi mattoncini della nostra indipendenza (quindi vietato portare ai nostri genitori lavatrici da fare e camice da stirare).

  1. GESTIONE DEI SOLDI: CREIAMO IL NOSTRO BUDGET

Studenti, lavoratori, o studenti lavoratori: non importa. Sia che ci siano entrate o stipendi mensili, i nostri risparmi ora diventano fondamentali. Una buona gestione dei soldi ci permetterà di vivere serenamente, rispettando scadenze o impegni senza ritrovarci col frigo vuoto dopo la prima settimana. Impariamo a capire quali sono le priorità: creiamoci un budget settimanale ( più comodo per chi non lavora) o mensile (in base allo stipendio) che sia in grado di minimizzare le spese inutili e farci mettere da parte qualche risparmio. Il cibo, le bollette e l’affitto vengono prima di tutto, insieme ai trasporti. In base a quanto ci rimane togliendo queste spese, cerchiamo di regolarci di conseguenza. Ma attenzione: vivere da soli significa indipendenza, che a sua volta, significa saper gestire ogni aspetto della propria vita, compresi i nostri risparmi. Vivendo da soli potrà succedere di incorrere in qualche intoppo o fuori programma: bollette un po’ più care, lavatrice che si rompe, manutenzione caldaia… insomma cerchiamo sempre di essere pronti a tirar fuori qualche soldo in più del dovuto per poter risolvere i problemi casalinghi.

  1. ORGANIZZIAMO I NOSTRI SPAZI

Dobbiamo ancora abituarci al vivere da soli e molto spesso non ci ricordiamo dove mettiamo le cose. Questo potrebbe accadere se prima non si trova la giusta organizzazione degli spazi e degli ambienti. Che sia la dispensa della cucina o il mobile del bagno: organizziamo ogni mensola, armadio, o scaffale secondo una nostra logica. Questo farà sì che sia molto più semplice ritrovare ogni cosa in giro per casa, e soprattutto, ci faciliterà rimettere in ordine subito i nostri ambienti.

  1. IMPARIAMO A CUCINARE DIVERTENDOCI

Punto sacro, soprattutto per noi italiani. Se pensiamo di non essere capaci ai fornelli e preferiamo andare a mangiare al sushi o ordinare d’asporto è legittimo, ma i nostri soldi finiranno in un batter d’occhio e ora, viviamo da soli. Abbiamo responsabilità, legate sia al nostro protafoglio che alla nostra salute. Quindi, forza e coraggio e iniziate a cucinare cose semplici (la pasta in bianco e col tonno non vale!). Dovremo nutrirci quotidianamente per tutta la vita e, a meno che non ci sia a portata di mano una Dorotha pronta ad eseguire ogni nostro ordine, direi che sia proprio il caso di iniziare a cucinare! Per renderlo più piacevole, considerate la cucina come una pausa da tutto. Bicchiere di vino, musica sotto e diamo il meglio di noi! ( ricordandoci di spegnere il gas).

  1. IMPARIAMO A FARE LA SPESA

E’ una vera e propria arte riuscire a fare una buona spesa spendendo poco e portando a casa prodotti buoni. Il consiglio primario è quello di cercare di fare la spesa in posti diversi: saremo così in grado di confrontare prezzi, qualità e offerte. Sul cibo non si scherza, ma se è possibile risparmiare qualcosa mantenendo comunque alta la qualità: CHAPEAU!

 

  1. LA NOSTRA PULIZIA DICE CHI SIAMO

Ci ricolleghiamo al fatto di non poter vivere in una stalla disordinata e sporca. La pulizia dice tanto di chi siamo e soprattutto, rende la nostra casa molto più accogliente e rilassante. Vivere in mezzo ai panni sporchi, briciole dei crackers che ci mangiamo ovunque e tazze del caffè mai lavate non può farci bene. Consiglio: cerchiamo sempre di lavare le stoviglie prima di andare a letto, in modo tale da lasciare la cucina limpida per il giorno dopo. Quando ci sveglieremo la mattina ed andremo in cucina per il solito caffè, sarà tutto più semplice e la giornata partirà molto meglio. Per quanto riguarda i pavimenti, cerchiamo di lavarli almeno una volta a settimana se la casa è piccina, e teniamoli monitorati giornalmente. Pulire casa, se si è efficienti tutti i giorni, sarà molto più veloce!

  1. GODIAMOCI LA NOSTRA CASA

E’ bello uscire, andare a trovare i nostri genitori o stare fuori insieme agli amici. Ogni tanto, però, ricordiamoci di apprezzare anche il tempo con noi stessi, nella nostra casa. Godiamoci quelle serate tra cucina e divano, creiamo ricordi indelebili all’interno di quelle mura. E’ questa la cosa che renderà il vivere da soli indimenticabile: le ore che passiamo con noi stessi e le piccole faccende che faremo giornalmente ci faranno ricordare questa nuova avventura con un grande sorriso.

 

Altre storie
I cinque tipi di falso intellettuale