Una donna vittima della Bestia 666

Una storia molto inquietante e davvero accaduta è quella che si aggira a Salt Lake City, una città dello Utah, dove si trova una lapide recante una strana scritta.

La lapide che potete osservare in foto è della signora Lilly E. Gray, una vecchia donna di 77 anni, che morì nel 1958. Subito sotto vediamo però l’angosciante scritta da dove parte la nostra leggenda metropolitana: “Vittima della Bestia 666”. Ovviamente è una scritta molto profonda ed è strano che sia stata messa lì senza un motivo. Salt Lake City è stata sicuramente in quel periodo una delle città più religiose dello Stato e vedere una epigrafe recante queste parole è un caso curioso. C’è chi racconta che essa fu un’innocente signora scambiata per una strega e quindi accusata e uccisa ingiustamente; altri raccontano che lei fu sacrificata durante un rito satanico e altri ancora credono che lei stessa sia stata seguace diretta di Satana.

Tra tutte queste teorie invece ce n’è una che è di certo la più accreditabile: il marito, molto scosso dalla perdita delle moglie, scrisse queste parole riferendosi alla polizia, secondo lui la vera assassina della donna.