Immagine presa da Unsplash

Un tuffo nel passato: il ritorno dei drive-in per salvare i cinema

Avete presente la scena di Grease in cui l’audace Danny Zuko, interpretato da un giovane John Travolta, tenta di baciare la timida Olivia Newton-John nei panni di Sandy mentre sono in un drive-in? Ecco qualcosa del genere potrebbe succedere anche nel nostro futuro (probabilmente, però, senza i baci).

Immagine Instagram: @grease.1978

Infatti, una delle regole fondamentali per prevenire la diffusione del Coronavirus è quella di evitare gli assembramenti di persone in luoghi chiusi. Viene quindi spontaneo pensare che per cinema, concerti e teatri sia necessario trovare un’alternativa.

La risposta ai mille dubbi che attanagliano i proprietari dei luoghi di aggregazione per eccellenza potrebbe essere proprio quella dell’apertura di spazi drive-in. In questo modo il cliente avrebbe l’occasione di accedere alla visione di film e spettacoli rimanendo comodamente seduto all’interno della propria automobile e rispettando quindi le norme di distanziamento sociale.

Per poter realizzare questo progetto due sono gli ingredienti fondamentali: grandi spazi e maxi schermi. Solo così si può garantire ad ogni spettatore un’esperienza ottimale e partecipativa in totale sicurezza. Inoltre, non mancherebbe di certo la possibilità di acquistare snack e bevande. Addetti alla consegna, muniti di tutti i sistemi di protezione, porterebbero panini, patatine, birre e tutto il resto direttamente presso l’automobile.

In Texas sta già succedendo e in Italia diventerà presto una realtà dato che più di venti città hanno aderito all’iniziativa proposta da Utopia Srl, Zoo Srl, Italstage, e 3D Unfold. L’idea nasce dall’esigenza di aiutare la filiera del cinema, del teatro e della musica live che attualmente ha più di 300 mila lavoratori disoccupati e perdite settimanali per milioni di euro.

Insomma, un tuffo nel passato per poter vivere al meglio il presente. E se questo è il compromesso per poter godere di una stagione ricca di film e concerti, ben vengano i drive-in!