beauty corea

Un e-shop tutto italiano per korean beauty addicted

La vita è troppo breve per avere una brutta pelle. Lo sanno bene le donne del Sol Levante, guru indiscusse di tutto ciò che riguarda la cura della pelle in termini di prevenzione, mantenimento e prodotti ad hoc per ogni esigenza.

In Occidente guardiamo da sempre con ammirazione e curiosità i volti di candida porcellana e i fluidi e sinuosi capelli scuri delle bellezze orientali. Tra queste, è la Corea a far da padrona per tutto ciò che riguarda il mondo della skincare e hair routine.

La cura della pelle in Corea è una cosa seria: fin da piccole, le bambine la domenica vanno con mamma e nonna a imparare a prendersi cura della propria pelle. Un vero e proprio rituale per entrare in contatto con sé stessi prendendo confidenza con l’organo più grande e più esposto di tutto il corpo umano: la pelle.

E c’è chi ha subito così tanto il fascino della korean skincare da farne un lavoro che suona quasi come una missione. Abbiamo conosciuto Alessandra, fondatrice dell’e-shop www.mybeautyroutine.it .

Com’è nato My Beauty Routine?

My Beauty Routine è nato da una passione. Io non sono una dermatologa nè un’estetista: sono una persona estremamente curiosa, con un approccio metodico e approfondito verso tutto ciò che mi piace. Ho sperimentato una quantità infinita di prodotti finché mi sono innamorata dei prodotti di cura della pelle Made in Korea. La mia passione e la mia conoscenza del mercato, unita alle competenze informatiche e tecniche del mio compagno, hanno portato alla nascita di My Beauty Routine nell’ormai lontano 2017. Volevo diventasse un vero punto di riferimento in Italia per gli appassionati di skincare coreana e hair beauty routine: un e-shop tutto italiano dove acquistare i prodotti coreani senza dazi doganali o lunghe attese causate dai blocchi alla dogana. Non volevo fosse solo un contenitore di prodotti ma un vero e proprio ”salotto” tra ragazze, dove potersi scambiare idee, opinioni e consigli: d’altronde, io ho cominciato con un canale YouTube dove raccontavo e provavo prodotti. Ora, oltre alle schede prodotto, nel sito si possono trovare tutti i miei video dove spiego tutti i passaggi e le peculiarità dei prodotti, oltre a cercare di trasmettere la mia passione per quest’arte antichissima e così affascinante…oltre ad avere un meraviglioso gruppo Facebook con una frizzante Community con cui scambiare quattro chiacchiere e dove tutti e tutte sono invitati!

My Beauty Routine

Ma qual’è il segreto della pelle perfetta delle bellezze coreane?

Il vero segreto delle coreane è la consapevolezza. Conoscere la propria pelle, prendendosene cura per tutta la vita, accettandone i cambiamenti dovuti al tempo che passa. Quando invecchiamo i pori sono più dilatati e la grana della pelle meno compatta: questo è perché la menopausa porta ad una perdita della produzione di collagene. Tuttavia, le donne coreane non si accaniscono sulle rughe o sulle imperfezioni ma piuttosto cercano in tutti modi di prevenirle. Tra tutti, prestare attenzione all’esposizione diretta al sole: per le orientali è fondamentale indossare sempre la protezione solare e ripararsi dietro grandi cappelli. ombrellini e tessuti freschi ma coprenti. Inoltre, per tradizione, hanno una dieta ricca di estrogeni; gli orientali per tradizione consumano una gran quantità di soya, ricchissima di estrogeni. Dono proprio gli estrogeni che aiutano la produzione di collagene! Una specie di super food per la pelle.

Ora è il momento che tutti stiamo aspettando: i famosi 10 steps della skincare coreana. A cosa servono?

La beauty skincare routine coreana è formata da circa 10 passaggi. Questo perché si basa sul principio della sovrapposizione di texture principi diversi che, combinati insieme in base alle esigenze della tipologia di pelle, permettono di raggiungere uno stato di confort. L’obiettivo è sempre quello della normalizzazione della pelle: una costante ricerca di equilibrio.

My Beauty Routine

Sfatiamo il mito: non sono necessari per forza 10 passaggi per raggiungere questo status!

Seguendo le indicazioni di Alessandra, abbiamo riassunto come segue gli steps fondamentali per chi si approccia per la prima volta al mondo della beauty routine coreana:

  1. Detersione: la doppia detersione coreana prevede un prodotto di base oleosa e una di base schiumogena. Non è detto che sia adatto a tutte le pelli e a tutti i momenti della giornata. La doppia detersione è più adatta alla routine serale mentre la mattina potrebbe bastare un solo passaggio. Attenzione a non confondere il detergente oleoso con un qualsiasi olio ”naturale” come l’olio di cocco o di mandorla. Questi sono olii comedogeni e potrebbero non andare bene per alcune tipologie di pelle perché si depositano sulla pelle occludendone i pori.
  2. Tonico: il tonico orientale è molto diverso da quello occidentale. Il suo scopo è quello di riacidificare la pelle dopo essere stata detersa, diventando basica. Il tonico serve a rifinire la pulizia se utilizzati con un dischetto di cotone, oppure passati semplicemente con le mani per donare anche un primo effetto idratante.
  3. Siero: perfetto sia da solo sia prima della cream idratante nel caso di pelle seccata agisce in profondità e si asciuga all’istante. Spesso è sostituito dalla Essence, un prodotto veramente rivoluzionario della cosmetica coreana perché a metà tra un tonico ed un siero, in grado di riacidificare la pelle ed al contempo idratarla. Noi ci siamo innamorati di una essence a base di acido ialuronico e bava di lumaca – provare per credere. Abbinalo allo step di idratazione Snail Bee High Content Steam Cream per un risultato migliore!
  4. Idratazione: l’utilità della crema idratante è quella di creare un film idrolipidico che impedisca all’acqua contenuta nell’epidermide di evaporare e che ci protegga dagli agenti esterni. Un passaggio da non saltare mai perché necessario a tutte le tipologie di pelle, anche quelle più grasse. Basta solo scegliere quella più adatta a sé. Noi abbiamo provato la mini size Frudia Citrus Brightening Cream – sì, s sembra proprio un vasetto di miele!
  5. Protezione solare: tutti ormai sappiamo quanto i raggi solari accelerino l’invecchiamento cutaneo. Nella morning routine non deve mai mancare (ad ogni età!).

I coreani sono i guru delle maschere viso in tessuto: il packaging divertente e colorato nasconde un lungo lavoro di ricerca in grado di combinare componenti naturali ed altri altamente performanti di natura chimica.

Ce lo dice Alessandra, che ha toccato con mano i prodotti coreani studiandone gli INCI:

”Diffidate da prodotti con frasi del tipo ”ingredienti 100% naturale” perché sono ingannevoli. Un prodotto di cosmesi non può essere totalmente naturale! E i coreani lo sanno bene. La cosmesi è chimica: se fatta con consapevolezza e studio, ingredienti chimici servono a rendere performanti i prodotti e non sono dannosi per la pelle. Anche in natura avvengono delle reazioni chimiche: i coreani infatti vanno pazzi per tutti quegli ingredienti naturali frutto di fermentazioni chimiche! Anche per questo consiglio sempre di conservare le confezioni in luoghi freschi e asciutti, lontani da fonti di calore. Attenzione anche a tenerli in frigo assieme al cibo: meglio evitare che i prodotti di skincare vengano a contatto con prodotti alimentari! Piuttosto potreste provare alcuni mini frigoriferi appositamente studiati per conservare i cosmetici ( ce ne sono anche di molto carini e colorati, perfetti per arredare il bagno!).”

Quali sono in assoluto i cosmetici più amati dai coreani?

Alessandra di My Beauty Routine è stata in Corea e partecipa tutt’oggi alle fiere di settore, incontrando chi davvero è nato e vissuto con questa antica tradizione legata alla cura della pelle. Possiamo quindi stillare una hit parade dei prodotti più amati dai coreani.

In pole position troveremo sicuramente l’acido ialuronico per minimizzare le piccole rughe; la vitamina C ( acido ascorbico) come antiossidante che agisce contro il foto/crono-invecchiamento, oltre a svolgere un potente effetto schiarente; tutte le tipologie di esfoliazione chimica ( le coreane ne sono ossessionate); la glicerina, per compensare i trattamenti chimici che rendono la pelle più vulnerabile di fronte agenti esterni e creando una barriera per non far evaporare l’umidità della pelle.

Ma c’è un’altra vera ossessione tipica delle donne del Sol Levante: una chioma folta e lucente, come seta!

Ebbene, il 2021 ha aperto le porte anche alla prima linea di trattamenti per capelli ispirata alla Beauty Routine coreana: My Beauty Ritual – Haircare Korea Inspired!

”Ci siamo ispirati al principio della stratificazione, tipico della skincare coreana. Una linea di prodotti che vanno dalle maschere, i peeling e gli scrub per combattere le anomalie della cute, ai diversi tipi di detersione e idratazione , ai trattamenti in maschere e sieri per le lunghezze, fino allo styling: interagendo, i diversi prodotti seguono la famosa stratificazione (Layering) della routine coreana.”

Alessandra annuncia così la nuovissima linea beauty hair, che si presenta come una vera innovazione nel campo, in grado di unire oriente ed occidente in nome della Bellezza nella sua forma più nobile. Tutti i prodotti non sono importati dalla Corea ma creati in Italia, su ispirazione e studio del rituale haircare coreano, senza SLS, parabeni, coloranti e paraffina, senza imballi e con packaging riciciclato e riciclabile.

Un prodotto che mette d’accordo tutti? Profumo inebriante, consistenza viscosa al punto giusto sia a capello umido che asciutto, performance straordinaria: Lo Stiloso!

La tip: usalo per proteggere i capelli durante la colorazione, aggiungendone 5 ml alla miscela colore. Luce pura alle tua nuanches!

Se vuoi scoprire un vero e proprio pezzo di Corea in Italia, Alessandra ti aspetta su My Beauty Routine. 



Lucrezia Vardanega