Uccide sei galline della madre perché fidanzata lo ha lasciato

Elkmont, Alabama. Un diciottenne è stato accusato di aver ucciso sei galline di proprietà della madre perché quest’ultima non l’aveva aiutato a ricucire il suo rapporto con la ragazza che l’aveva da poco lasciato.
Il diciottenne è stato arrestato con l’accusa di violenza domestica e di malizia criminale.
Tutto è successo quando il ragazzo, in preda all’ira e allo sconforto, ha cominciato a mandare alcuni messaggi alla madre minacciandola di uccidere i suoi polli ogni 15 minuti fino a che lei non avesse contattato i genitori della sua ragazza per tentare di ricucire il rapporto.

Il giovane aveva poi dato una scadenza alla madre: se non avesse cominciato a contattare i genitori della sua ragazza in tempo, avrebbe cominciato ad uccidere i polli e le galline a mezzogiorno. Il ragazzo è stato di parola e ha cominciato a uccidere sadicamente, ogni 15 minuti, i volatili mandando, per ogni carcassa, una foto con relativo messaggio alla madre sul cellulare.

Il ragazzo si è fermato solo quando sono arrivati gli agenti di polizia a casa e lo hanno arrestato.
All’arrivo degli agenti di polizia, il ragazzo avrebbe inoltre minacciato di bruciare la casa e di uccidere gli stessi agenti e poi se stesso.

Fonte: Teen killed a chicken every 15 minutes until mom made nice with his girlfriend | FOX2now.com



redazione