The Paston Treasure: il mistero della ragazza nascosta nel dipinto

La storia dell’arte è ricca di opere che celano sotto lo strato di pigmenti colorati altre opere. L’ultima scoperta ad opera dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e del Consiglio Nazionale delle ricerche ha portato alla luce l’immagine di una donna, rimasta nascosta in un quadro, per circa quattro secoli. Con l’utilizzo di uno scanner a raggi X, Landis-X, è stato svelato un dettaglio nascosto nel quadro The Paston Treasure.

Si tratta di una figura femminile, che prima è stata dipinta e poi ricoperta, per essere poi dimenticata nel tempo. Probabilmente si tratta di un membro della famiglia di Sir William Paston che ha commissionato l’opera. L’artista è un pittore fiammingo del XVII secolo, uno sconosciuto che ha dipinto una delle opere più importanti della storia dell’arte inglese. Durante gli studi per un restauro dell’opera, un team di ricercatori italiani ha individuato la presenza di un volto nascosto, quello di una donna.

Scoperta ai raggi X

Il dipinto di Sir William Paston è uno dei primi esempi nella storia dell’arte inglese e raffigura l’ostentazione e le enormi ricchezze accumulate dalle famiglie nobili inglesi di quel tempo, descrivendone la loro caducità. Il quadro nel suo insieme e con la scoperta della donna nascosta può essere paragonato ad uno di quei giochini “trova gli oggetti nascosti”. Un vero e proprio ritratto della società e della cultura del diciassettesimo secolo inglese.

La donna, dipinta in The Paston Treasure, era scomparsa nella composizione finale. Lo scanner, però, ha rintracciato la figura scomparsa che si trova in alto a destra, in corrispondenze dell’orologio a parete, così il suo volto, la sua pettinatura e il suo abbigliamento sono ritornati alla luce.
“Queste straordinarie immagini realizzate dai ricercatori italiani ci hanno consentito di ricostruire completamente tutti gli strati pittorici e riportare alla luce la composizione originale. Le immagini evidenziavano i dettagli pittorici di una donna, come il viso, il fatto che portasse un vestito rosso e un’acconciatura dei capelli ornata da foglie decorative” sottolinea Francesca Vanke, Conservatrice e curatrice delle arti decorative al Norwich Castle Museum.

Chi è la donna scomparsa?

Il mistero rimane e restano pure le supposizioni su chi possa essere quella donna e sul perché ad un certo punto la sua immagine scomparve. Alcuni ipotizzano che la donna nascosta sia una persona reale, un membro della famiglia, altri ipotizzano, invece, si tratti di una figura allegorica. Qualora si trattasse di un volto reale, Lady Margaret Paston, seconda moglie di Sir William Paston, potrebbe essere lei ad aver prestato la sua immagine alla donna dipinta. Quanto al ripensamento, quello resta ancora un mistero da chiarire.

Gli studi sul dipinto hanno identificato altri importanti informazioni. La tavolozza di colori che era in voga nel periodo fiammingo, basata sull’uso di smalto a base di cobalto, resinato di rame, rosso vermiglio, giallo di stagno, orpimento e ocre.
Dagli studi effettuati su The Paston Treasure nasce un documentario. Esso ripercorre i punti salienti degli studi effettuati dai ricercatori e che tenta di risolvere alcuni enigmi e ripensamenti che la mano dell’artista ha lasciato nel quadro.



Benito Dell'Aquila