reportdoor.com

Smile rappresenta l’inizio di una nuova vita per Katy Perry

Un periodo davvero felice, malgrado la crisi scatenata dal Covid-19, per Katy Perry che, non solo darà alla luce la sua prima figlia con il partner Orlando Bloom, ma tra poco più di un mese (14 agosto), pubblicherà anche il suo 5° album in studio Smile, anticipato proprio questo venerdì dalla title track Smile, a detta della cantante una delle canzoni più personali dell’intero disco:

Ho scritto questa canzone quando stavo attraversando uno dei periodi più bui della mia vita – racconta la pop star – Ascoltarla mi fa bene perché mi ricorda che ce l’ho fatta. L’intero album è il mio viaggio verso la luce, con storie di resilienza, speranza e amore.

In effetti, gli ultimi due anni non sono stati per niente facili per la cantante di I Kissed a Girl.

Sfortunatamente, con l’ultimo disco Witness, Katy non è stata capace di replicare gli ottimi risultati ottenuti con i suoi precedenti album, nonostante noi avessimo letteralmente adorato ogni canzone che lo componesse, soprattutto per la scelta di proporre un pop più maturo e che, nel bene e nel male, fosse differente dalla musica che aveva fino ad ora proposto.

A ben poco sono serviti singoli come Chained to the Rhythm, Bon Appetit o Swish Swish che, malgrado fossero stati ricevuti positivamente da una gran parte dei suoi ascoltatori, non sono riusciti a trainare il disco nei posti in classifica che Katy ha da sempre raggiunto con estrema facilità.

cosmopolitan.com

Chiaramente la batosta si è fatta sentire, e Katy ha addirittura messo in dubbio il senso della sua vita, pensando che qualcosa stesse andando evidentemente nel verso sbagliato.

Smile è quindi un album molto personale che riflette e racconta, accuratamente, questi due anni vissuti dalla cantante.

Ovviamente, questo non vorrà dire che dovremo rinunciare all’eccentrico pop a cui siamo sempre stati abituati; anzi, dai singoli pubblicati fino ad ora, sembra proprio che Katy ed il suo team abbiano optato per un ritorno al pop genuino stile Prism/Teenage Dream, due degli album più memorabili della sua carriera che contengono hits come Dark Horse, California Gurls e Firework, veri e propri inni pop della scorsa decada.

La copertina raffigura lo stato d’animo che ha fatto parte della vita della cantante in questi ultimi due anni, accompagnato però dalla solita autoironia che Katy è capace di realizzare proprio per segnalare la svolta che porterà alla sua vita questo nuovo periodo.

stereogum.com

Per quanto riguarda l’album ancora non si hanno molte notizie a riguardo. La tracklist, composta da 12 tracce più due nella versione Deluxe, includerà con certezza gli ultimi singoli rilasciati: Never Really Over, Harleys in Hawaii, Daises e Smile, oltre che What Makes a Woman, canzone apparentemente dedicata a sua figlia, che dovrebbe nascere proprio in concomitanza con l’uscita dell’album.

Al contrario, siamo incerti riguardo al futuro di Never Worn White e Small Talk , che potrebbero essere scartate dalla tracklist finale per incompatibilità con il progetto, visti soprattutto i risultati sottotono ottenuti dopo la loro release.

dailymail.co.uk

Che dire, un periodo infuocato per Katy Perry che sembra essere tornata a sorridere dopo davvero tanto tempo. Smile sarà quindi l’album che le permetterà di riacquistare la serenità artistica di una volta per tornare ad essere  l’eccentrica e raggiante California Girl di sempre.



Marco Russano