Sfere pokè per i propri acquisti: il nuovo metodo di pagamento di Taiwan

Pupazzi, zaini, diari, app e giochi: il mondo dei Pokemon ci ha abituati a tantissimi oggetti ed accessori. Piccoli animali di fantasia, simpatici e colorati, hanno conquistato generazioni di bambini in tutto il mondo. Protagonisti di videogames, cartoni animati e giochi di vario tipo, sono ormai sbarcati anche sugli accessori più disparati, dall’abbigliamento agli articoli per la scuola. Con le sfere pokè abbiamo giocato, combattuto e, virtualmente, anche catturato Pokemon in giro per il mondo. Ma da oggi, queste palline speciali potranno tornarci utili anche nella quotidianità. Arriva da Taiwan l’idea di usare per “Pokè Ball” per andare in metropolitana e pagare spuntini. Scopriamo insieme come funzionano.

Fonte: www.pokemonmillennium.net

UNA SFERA POKE’ PER ACQUISTI DA SUPEREROI

La piccola isola a 180 km dalla Cina, ha stretto un accordo con Niantic, la società che ha sviluppato il gioco per dispositivi mobili “Pokémon Go“, ed è pronta a dare alla capitale del paese quella che è essenzialmente una carta “Pokémon Oyster”. Si tratta di una sorta di nuovo biglietto elettronico a disposizione dei cittadini di Taipei da utilizzare per il trasporto cittadino. Già dal 2002, infatti, nell’isola si è assistito ad un prolifera di queste card con la tecnologia NFC, preferite alle card che richiedono un PIN per il pagamento. Ma adesso, grazie alle sfere pokè, i cittadini di Tapei saranno ancora più rapidi. Per procedere all’acquisto basterà semplicemente passare la palla sul lettore oppure, per i più audaci, lanciare la sfera stile Ash. Un segnale luminoso indicherà il buon esito della spesa.

DA OTTOBRE, UN’EDIZIONE LIMITATA

Lanciate lo scorso anno in numero limitato (solo 3.000 unità), sono andate subito a ruba. A causa della grande richiesta, alla fine ne sono stati venduti 14.000 a $ 11 ciascuna. Adesso, torneranno nel 2020 per una nuova versione di unità limitate. I preordini dovrebbero iniziare a metà ottobre e di certo i residenti di Taipei amanti dei Pokémon ne vorranno almeno una, anche perché molti negozi adotteranno presto lo stesso metodo di pagamento.  Insomma, una sfera pokè per sentirsi, anche durante i propri acquisti, come l’allenatore dei Pokemon più amato al mondo.



Catiuscia Polzella