Romero Britto per la prima volta a Milano alla galleria Deodato Arte

Benito Dell'Aquila

In ARTE / Benito Dell'Aquila / Comments

La galleria d’arte contemporanea Deodato Arte è da sempre attenta alle tendenze artistiche contemporanee e moderne. Con la scelta di esporre Romero Britto si riconferma la predilezione per la cultura pop, così come in passato, con l’allestimento di mostre monografiche e collettive con artisti come Brainash e Murakami, ma anche di nomi del calibro di Marc Chagall, Pablo Picasso, Andy Warhol, Damien Hirst e Christo.
La sede milanese della Deodato Arte porta a Milano, per la prima volta, l’artista brasiliano Romero Britto, ospitando a via Nerino le opere dell’artista neo pop dal 1 giugno al 10 agosto.
La mostra intitolata “Romero Britto. Da Miami a Milano” raccoglie venti opere fra cui tele, sculture e serigrafie che rientrano in una stessa ricercatezza cromatica, elemento di punta di tutti i suoi lavori. L’espressività originale di Britto è caratterizzata dalla ricerca e dallo studio del colore, applicato a soggetti, temi naturali e della vita quotidiana. La sua è una visione che tende all’universalità uscendo fuori dagli schemi criptici tipici dell’Ermetismo. Il mondo quotidiano diviene il destinatario della sua produzione, indirizzando un messaggio di positività, empatia e ottimismo rivolto a tutti. Il percorso artistico di Romero Britto affonda nelle tecniche della street art, ma la svolta decisiva al suo stile avviene dopo un viaggio a Parigi, quando l’artista entra in contatto con le opere di Matisse e soprattutto di Picasso. Le creazioni di Britto rievocano il mondo fantastico e pensieri sereni con la semplicità dei tratti, i colori vivaci e le forme geometriche volte ad allontanare il pubblico dalla quotidianità monotona e problematica.
 
Tre le opere esposte alla galleria Deodato Arte troviamo Huge e Alive, intricate composizioni di motivi astratti e cuori con una patina di glitter, in particolare Alive celebra la musica e la felicità, ispirandosi alla colonna sonora di Empire of the sun. Curves con la sua esplosione di colori e chiare riprese dall’ambiente del Cubismo. Tra i soggetti più significativi troviamo le figure femminili, come quella di Bellezza di Capri, ispirazione tratta dai viaggi di Britto sull’isola italiana, dove una donna prende il sole seduta con il suo cappello blu.
La mostra nella sua unità pone l’accento sull’abilità di Britto di creare capolavori contemporanei che trasmettono contenuti universali, che rendono la sua arte popolare e accessibile a tutti.
L’artista contemporaneo dal 1985 ad oggi ha esposto in numerose mostre personali e collettive in sedi private e pubbliche di fama internazionale d’America, Europa ed Asia. Altrettanto numerose sono le sue creazioni di arte pubblica tra cui quelle installate presso il j.K. Kennedy Airport di New York, la stazione di Dadeland a Miami e Hyde Park a Londra. Ormai nota è la sua fortunata collaborazione in ambito pubblicitario con grandi aziende tra cui Coca Cola, Disney, Ford, Dolce&Gabbana che commissionano all’artista murales, sculture, loghi ed edizioni speciali per i propri prodotti. Altrettanto amato dalle star di tutto il globo, per i quali esegue ritratti come Dustin Hoffman, Arnold Schwarzenegger e Michael Jordan.