Da www.eurosport.it

Roma ultimo baluardo italiano: i giallorossi sono ai quarti di Europa League

Con la vittoria per 2-1 contro lo Shakhtar la Roma passa il turno di Europa League, si qualifica ai quarti ma soprattutto rimane l’unica squadra italiana a disputare una competizione europea.

Sì, perché nella serata di giovedì il Milan ha dovuto arrendersi al Manchester United, che ha vinto contro il diavolo per 0-1 grazie a un gol di Pogba. Il Milan, tra andata e ritorno, ha disputato due ottime partite, ma i numerosi infortuni e la giovane età della rosa si sono fatte sentire molto. Il pensiero è che la squadra di Pioli, con la rosa al completo, avrebbe potuto passare il turno; con i se e con i ma, però, non si vincono le partite.

Discorso diverso, invece, per la Roma, che agevolmente archivia la pratica ucraina e si qualifica ai quarti di Europa League, per la prima volta nella sua storia da quando la competizione ha assunto questo nome. Una Roma ormai a due facce: in campionato perde contro un modestissimo Parma, in Europa offre prestazioni di grande livello.

E sarà il caso di ripetersi anche ai quarti, perché la partita non sarà facile. Il sorteggio di Europa League, infatti, ha decretato che la squadra di Fonseca affronterà l’Ajax. Una partita affascinante, che la Roma dovrà interpretare nel migliore dei modi. Poteva andare sicuramente peggio alla squadra della capitale, ma ciò non vuol dire che sarà una passeggiata.

Da www.eurosport.it

Il Manchester United, invece, dopo aver eliminato il Milan, affronterà il Granada, che ai sedicesimi aveva buttato fuori il Napoli. Pensiamo che a questo punto avrebbero potuto affrontarsi proprio Milan e Napoli ai quarti di Europa League. Sarebbe stata una sfida particolare, un derby tutto italiano che però non avremo il piacere di guardare.

Un annus horribilis, a livello calcistico, per le nostre italiane in Europa. In Champions Juve, Atalanta e Lazio hanno detto addio alla competizione agli ottavi. Se Atalanta e Lazio, rispettivamente contro Real e Bayern, sono ampiamente giustificate per l’eliminazione, la Juve non ha alibi. L’uscita contro il Porto è il punto più basso della stagione, bisogna essere realisti.

Vediamo anche al volo il sorteggio di Champions. L’urna di Nyon ha decretato che il Porto se la vedrà il Chelsea, un avversario forte ma non il più forte. La Juventus avrebbe potuto disputare una gara interessante contro i blues, ma le cose non sono andate così. Quello che è certo è che le sfide di Champions sono praticamente tutte delle super partite, perché troviamo il Bayern di Lewandowski affrontare il PSG di quel marziano di Mbappé, con i parigini che vorranno sicuramente la vendetta dopo la finale persa lo scorso anno. Un’altra affascinante sfida è Real Liverpool, Benzema contro Salah. Manchester City che, da favorita per la vittoria, affronterà il Borussia Dortmund di un Haaland che non è umano.

Insomma, ci sarà tanto da divertirsi in questi quarti di finale di Champions. Peccato che non ci sarà nessuna squadra italiana a lottare per un posto in semifinale. Intanto un grosso in bocca al lupo alla Roma, con l’augurio che possa arrivare a vincere l’Europa League, competizione che in Italia manca da troppo tempo.



Marco Nuzzo