via cnn.com

Pantone lancia Rosso Mestruazione per combattere lo stigma di genere

Pantone ha svelato una nuova tonalità di rosso, “Rosso Mestruazione” ispirata al colore delle mestruazioni come parte di una nuova campagna per porre fine allo stigma associato al ciclo mestruale.

periodicodaily.it

Ogni anno Pantone nomina un “colore dell’anno” per riflettere lo stato d’animo dei tempi. Nel 2020 è  il classico blu, sebbene annunciato prima dello scoppio del Coronavirus. Ma quest’anno ha fatto doppietta con Rosso Mestruazione per evidenziare la crescente coscienza comune sui problemi legati al genere. L’azienda ha affermato che la nuova tonalità è “una tonalità di rosso attiva e avventurosa” e spera serva ad “Incoraggiare le persone che hanno le mestruazioni a sentirsi orgogliose di ciò che sono”.

La collaborazione con Intimina

Per la creazione di Rosso Mestruazione ha collaborato con il marchio svedese di prodotti femminili Intimina per ideare il nuovo colore che fa da sfondo alla sua campagna Seen + Heard, che mira a responsabilizzare e incoraggiare le persone, indipendentemente dal sesso, a parlare in modo più dettagliato delle mestruazioni. Intimina afferma che il colore è una “tonalità di rosso originale che rappresenta un flusso costante”.

via artnetnews. com

Pantone: un sistema fidato

via cnn.com

Il sistema Pantone nasce nel 1963 negli Stati Uniti per risolvere il problema della complicata corrispondenza dei colori nel settore della stampa. Il suo omonimo campionario ora ha uno spettro di 2.625 colori e un seguito entusiasta su Instagram. Pantone ha il più grande sistema di corrispondenza colori al mondo, è punto di riferimento dell’industria del design globale, dal settore grafico alla moda, del prodotto e della stampa.

Non sono per i problemi di genere

Per evidenziare la nuova campagna Intimina ha fatto una donazione ad ActionAid, ente di beneficenza che lavora con donne e ragazze che vivono in povertà. Jillian Popkins, direttrice delle politiche di ActionAid UK, ha dichiarato: “Oggi nel mondo milioni di donne e ragazze soffrono ancora a causa dello stigma associato alle mestruazioni. Molte ragazze perdono giorni vitali di scuola, o addirittura la abbandonano del tutto. Questo è uno dei motivi per cui così tante donne vivono in povertà per tutta la vita a livello globale. Senza lo stigma sulle mestruazioni, più donne potrebbero sfuggire alla povertà, realizzare il loro potenziale e rafforzare le loro comunità. Questa importante campagna contribuirà a cambiare la situazione “.



Irene Coltrinari