“Nato per vincere”, la genesi del successo per Wendi Grandinetti

Se andate in libreria o andate a cercare tra i best seller di Amazon non sarà affatto difficile imbattervi in autobiografie che celebrano il successo di calciatori e VIP. Di esempi ce ne sono parecchi, ma sarà difficile reperire qualcosa come Nato per vincere.

Un libro, scritto in collaborazione con Book Editors Group, dovelautore, Wendi Grandinetti, si racconta in tutti i suoi aspetticondividendo gioie e dolori della sua professione. Ma di chi si tratta esattamente? È un barbiere, ma non è esattamente come tutti gli altri. È quello che possiamo definire un vincente!

Gli inizi di Wendi Grandinetti

Wendi Grandinetti nasce il 23 aprile 1990 in provincia di Torino, per la precisione a Ciriè, e sin da piccolo decide che il suo mestiere sarà quello del barbiere. Proprio per questo motivo il Wendi bambino trascorre le sue giornate assieme al padre nel suo negozio, sarà anche di dimensioni modeste, ma è lì che si forma il Wendi barbiere.

Passa dunque il tempo ed il giovane barbiere sta apprendendo sempre più tutti i segreti della professione sognando un giorno di aprire il suo salone e far felici i clienti.

Sembra però che altri scenari si stiano palesando all’orizzonte. Wendi decide di provare, un po’ per scherzo un po’ per la voglia di esplorare altri campi, la via della recitazione e, nonostante pensasse di venire scartato, viene notato da un’attrice hard.

Da lì comincerà il periodo del Wendi Grandinetti attore che lo vede lasciare a casa forbici e rasoi per fare la valigia e andare in Spagnadove girerà dei film e riceverà anche dei premi. Ma per quanti soldi e gloria ci possano essere in quell’ambiente non era quella la sua strada e quindi decide di tornare in Italia.

Il Wendi Grandinetti barbiere

Tornato in patria comincia dunque la “fase” di Wendi Grandinetti nei panni a lui più congeniali, ovvero quelli del barbiere. Comincia subito ad ingranare aprendo il primo salone e facendosi notare tra i clienti ed i social, ad oggi la sua pagina di Instagram ha più di centomila followers, ma non solo!

Le aziende specializzate in prodotti per la barberia lo vogliono come testimonial mentre gli istituti italiani ed europei lo invitano per tenere delle lezioni ai giovani aspiranti barbieri. In quelle lezioni Wendi parlerà dunque dei suoi segreti e delle sue tecniche apprese in anni di “dietro le quinte”.

Tutto va bene e si appresta ad aprire il suo secondo salone, ma purtroppo arriva il 2020 e, con esso, la pandemia globale che mette in ginocchio l’Italia ed il resto del mondo. Oltre al lockdown il suo profilo viene hackerato, ma per fortuna non tutto è perduto!

Dopo settimane di chiusura forzata gli arriva un messaggio su Instagram, è di un cliente che vorrebbe farsi tagliare da lui i capelli una volta terminato il lockdown, ma non è un cliente come tanti altri. Si trattava infatti di Wesley Moraes Ferreira da Silva, attaccante del Levante, che gli darà la forza e l’ispirazione per cominciare a scrivere Nato per vincere.

Un libro, già best seller di Amazon, che racconta la sua storia e, soprattutto, i suoi tagli per star come Kaio Jorge della Juventus di cui Grandinetti è il barbiere ufficiale!



redazione