Mudhouse Mansion: la terribile casa infestata di Bloody Mary

La Mudhouse Mansion è un imponente edificio situato a Lancaster, in Ohio, che si dice essere infestato da spiriti e fantasmi. L’abitazione non è ufficialmente abitata dal 1930, anche se si sospetta che siano stati in molti a passarvi le notti da allora. Come per molte altre proprietà abbandonate il folklore locale ha narrato leggende e miti riguardanti questo edificio, che sono di sicuro interesse per gli amanti del genere paranormale. La Mudhouse Mansion fu costruita a metà del 1800 e, intorno al 1920, la casa fu venduta alla famiglia Hartman. Nel 1930 l’allora patriarca della famiglia morì e, anche se i discendenti della famiglia Hartman detengono ancora la proprietà dell’edificio e della terra circostante, la casa è stata più o meno abbandonata durante gli ultimi 80 anni.

Lo schiavista e lo schiavo

Una delle storie popolari più popolari legate alla casa abbandonata riguarda un proprietario terriero che deteneva degli schiavi in modo estremamente crudele, il quale abitava la casa negli anni successivi alla guerra di secessione americana, quindi dopo il 1865. L’uomo trattava i propri schiavi in modo crudele e denigratorio, come consuetudine durante quel particolare e tragico periodo storico. Gli schiavi durante la notte venivano spesso confinati al di fuori degli edifici piuttosto che avere il permesso di rimanere all’interno della casa per proteggersi dal freddo, in baracche di fortuna in condizioni peggiori di quelle in cui venivano custoditi gli animali.

Uno degli schiavi volle ribellarsi al trattamento inumano che lui e i propri compagni dovevano sorbire, e decise di vendicarsi. Notte dopo notte scavò un tunnel da una delle baracche verso l’edificio principale, arrivando infine dentro la casa. Durante una notte senza luna si fece strada attraverso il tunnel fino all’edificio principale e, una volta dentro al palazzo, uccise il proprietario terriero e tutta la sua famiglia. Leggenda vuole che la famiglia sia ancora in casa, sotto forma di entità ectoplasmatica, e tormenti coloro i quali vi si rechino.

La famiglia “appesa”

La storia della Mudhouse Mansion continua dal punto in cui finisce quella della famiglia di schiavisti. Un gruppo familiare di cinque persone comprò l’abitazione  verso la fine del 19° secolo, quando fecero il trasloco all’interno della magione. I vicini andarono ad aiutare i nuovi arrivati, che si sistemarono in casa. In seguito accadde qualcosa di insolito: i nuovi inquilini scomparirono. In un primo momento gli abitanti del luogo pensarono che si fossero semplicemente chiusi in casa ma poi, col passare del tempo, nessuno li vide più uscire dall’abitazione.

Un vicino affermò di vedere una donna vestita di bianco, immobile, guardare fuori dalla finestra del secondo piano. Ogni volta che il vicino di casa guardava la finestra la donna era lì, con un’espressione fissa. Dopo qualche giorno i vicini decisero di chiamare la polizia e, all’arrivo, gli ufficiali trovarono uno spettacolo decisamente macabro. La famiglia, composta da 5 persone, che si era trasferita solo pochi giorni prima nella casa, non si era mossa da lì, ma erano tutti appesi per il collo al soffitto, vestiti di bianco. La donna che il vicino di casa aveva visto non era in piedi davanti alla finestra. Era appesa al soffitto.

Dopo questi misteriosi delitti la casa fu definitivamente abbandonata e nessuno vi abitò mai più. Oggi la zona è, inevitabilmente, oggetto di segnalazioni di attività paranormali, e la casa considerata una delle più infestate, se non la più infestata, di tutti gli Stati Uniti. La notte sono innumerevoli i curiosi che si recano alla Mansion per scorgere i fantasmi che la popolano, e la famiglia Mast, proprietaria dell’abitazione, ha addirittura assunto delle guardie armate per proteggere l’edificio, sempre più meta prediletta per i cacciatori del paranormale.

Bloody Mary

Uno dei demoni più famosi della storia, Bloody Mary, si dice abbia abitato la casa per prima, e la leggende sarebbe resa ancor più vivida dalla presenza della tomba di Mary nel vicino cimitero Lucas, proprio a Lancaster. Gli abitanti della cittadina chiamano la  Mudhouse Mansion anche “Mary’s House”, a causa della credenza locale che il fantasma sia originario proprio di questa abitazione.

Bloody Mary, la donna che appare nello specchio se il suo nome è sussurrato al buio per tre volte, era una madre che assistette al massacro dei propri figli, uccisi da parte del marito mentre ella era costretta a vederli nel riflesso di uno specchio. Il marito, una volta assassinati i figli, uccise la donna pugnalandola fra gli occhi, e lei giurò di vendicarsi.



redazione