E’ morta Dolores O’Riordan, la voce dei The Cranberries

Sandy Sciuto

In MUSICA / Sandy Sciuto / Comments

Mai avremmo pensato di doverlo scrivere ma Dolores O’Riordan, la cantante della band irlandese The Cranberries, è morta a 46 anni improvvisamente a Londra.

Una nota dell’agente Lindsey Holmes rivela: «La cantante della band irlandese The Cranberries era a Londra per una breve sessione di registrazione. Non sono disponibili al momento ulteriori dettagli. I familiari sono distrutti dall’aver appreso la notizia e hanno chiesto di rispettare la loro privacy in questo momento molto difficile».

Dolores O’Riordan nasce nel 1971 a Limerick e cresce a Ballybricken, nei pressi della città, settima di sette fratelli nati da Terence ed Eileen O’Riordan, che le danno un’educazione cattolica. Nel 1994 si sposa con Don Burton, tour manager dei Duran Duran e padre dei suoi tre figli, dal quale divorzierà nel 2014.

Inizia la sua carriera come ballerina di flamenco, ma solo entrando nei Cranberries la O’Riordan diventa la voce inimitabile e riconoscibile tra miliardi che ha segnato una generazione intera. Ha realizzato cinque album con il quartetto di Limerick e molti brani che sono entrati nella vita di chiunque come “Zombie” (premiata come miglior canzone del 1995 agli Mtv Awards), “Animal Instinct”, “Dreams”, “Just my Imagination” e “Salvation”.

Nel 2007, O’Riordan tenta la strada da solista con due album – «Are You Listening?» del 2007, e «No Baggage» del 2009 – che non raggiungono grandi apici e si concede collaborazioni con artisti italiani quali Zucchero per una versione di “Puro amore” e i Negramaro in “Senza fiato”. La vita da solista dura solo due anni, perché nel 2009 Dolores ritorna con la band irlandese che pubblica il nuovo album Roses.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Con i Cranberries ha venduto cinquanta milioni di dischi in tredici anni ed ha lasciato in molti un’attitudine alla musica. La sua voce è stata per molti sfogo, potenza, presenza, malinconia e liberazione. Lascia un’eredità di emozioni e l’unicità della sua voce bellissima dolce e struggente allo stesso tempo. Di lei ha rivelato: “Ho iniziato piuttosto giovane a scrivere canzoni – aveva raccontato in un’intervista – avevo forse 12 anni. Non avevo idea del perché lo stessi facendo; era solo qualcosa dentro di me che voleva uscire. Sono orgogliosa delle mie vecchie canzoni, adesso posso concedere a me stessa il fatto di riconoscerlo”.

Di recente aveva avuto problemi di salute che sono stati il motivo per cancellare le date del tour europeo dei Cranberries.

Sui social era apparsa il 20 dicembre quando entusiasta scriveva nella pagina Facebook della band: “Ciao a tutti, qui Dolores. Sto bene! Abbiamo fatto il primo giro di concerti dopo mesi durante il fine settimana, ho suonato alcune canzoni alla festa annuale di Billboard a New York. Ci è piaciuto davvero! Buon Natale a tutti i nostri fan!! Xo”.  E su Twitter il 4 gennaio 2018 aveva postato una foto con il suo gatto e la scritta «Bye bye Gio. We’re off to Ireland».

Che la terra ti sia lieve Dolores!

Grazie!