Malato di gioco d’azzardo stermina la sua famiglia per “salvarla” dagli strozzini

Florin Sebastian Balan, 38 anni, si era trasferito in Francia con la sua famiglia alla Romania nel 2012. Aveva il vizio del gioco d’azzardo, era ossessionato al tal punto da chiedere soldi in prestito ad alcuni strozzini per tentare la fortuna.

Le cose sono degenerate e giorno dopo giorno il debito si è trasformato in una cifra insanabile per un operaio edile come lui, circa 40 mila euro. Da allora sono iniziate le minacce. I criminali, infatti, gli avevano preannunciato torture indicibili a sua moglie e ai suoi figli se non avesse restituito l’intera somma di denaro. E così, ha preferito pensarci lui… sterminando la sua famiglia.

L’allarme è scattato quando i parenti non riuscivano a mettersi in contatto con la donna al cellulare. Quando gli investigatori sono arrivati a casa si sono trovati dinanzi ad una tragedia. I bambini avevano la gola tagliata, mentre la donna, al settimo mese di gravidanza aveva ferite al collo e al torace.

Florin è stato rintracciato e arrestato. Come ha spiegato l’investigatore che l’ha interrogato: “Viveva nel terrore di un rapimento della moglie e dei figli e nella sua testa era l’unico modo per salvarli”.

Un’assurdità atroce. Come si fa a credere di salvare la propria famiglia sterminandola? Sono, onestamente, senza parole.



redazione