Lancia sul web la pizza al kiwi, insulti e minacce dai cultori della pizza, pure la moglie chiede il divorzio

Per ogni italiano la pizza è sacra, non c’è modo di pensare che la pizza non abbia origini che all’interno della propria patria, diventa cultura, tradizione, un eredità che si tramanda di padre in figlio. Gli ingredienti,  sono essenziali, anche se il palato nel corso del tempo ha dato vita a nuove pizze, ingredienti che sposano fra di loro e che esaltano molte volte il sapore della pizza stessa.  Stellan Johansson, che vive a Skottorp, in Svezia, proprietario di un una pizzeria, una volta ricevuti a Natale per regalo delle cassette di Kiwi, non sapendo cosa farne, quasi per gioco ha lanciato sui social, la strana idea della pizza al kiwi. Ed è stato il caos, molti hanno espresso sdegno e repulsione alla vista del kiwi affogato nella mozzarella fusa della pizza. Ma la pizza al kiwi diventò virale.Stellan, non riusciva a capire quelle reazioni così forti, tutta quell’attenzione improvvisa lo colse completamente di sorpresa. In realtà, la pizza al kiwi voleva solo essere uno scherzo su Facebook, e invece diventò una notizia. Giornali, radio e TV ne parlarono, e qualche conduttore sottolineò come quella pizza fosse un abominio.  Per Stellan, la pizza la kiwi si trasformò da semplice scherzo sui social media in un’esperienza surreale, non priva di conseguenze negative. Infatti, come se non fossero bastate le minacce degli utenti online (inclusi molti italiani) e le accuse di aver addirittura causato la pandemia di coronavirus, Stellan ha ammesso che la sua pizza al kiwi sembra aver contribuito alla rottura del suo matrimonio. Secondo Stellan, sua moglie pensava che l’idea di usare i kiwi per la pizza fosse stupida e si è arrabbiata ancora di più quando la pizza ha fatto notizia. Naturalmente, le cose non andavano così bene già prima della controversa pizza, ma in seguito andarono anche peggio.Stellan ha purtroppo anche dovuto subire alcuni commenti di haters e persino auguri di morte. Sono circa 50, infatti, le minacce di morte ricevute, e il pizzaiolo ritiene che siano state inviate da italiani. La maggior parte dei commenti, secondo Stellan, lo accusa di distruggere la cultura italiana e che per questo dovrebbe morire. Fortunatamente, Stellan si è dimostrato migliore delle persone che lo vogliono morto e non si è fatto influenzare più di tanto da loro. Non solo, ma Stellan ha voluto giocare ancora un po’ con i sui kiwi, mettendoli nelle torte salate, nel pane e persino negli involtini di carne. Stellan confessa che suo figlio di quattro anni è l’unico a pensare che la sua pizza al kiwi sia la migliore. Alcuni dei suoi amici l’anno mangiata e hanno detto che è buona ma non è proprio il massimo. Il fatto che la pizza al kiwi sia più o meno cattiva non giustifica certamente gli insulti, e noi facciamo a Stellan i migliori auguri per i suoi piatti e che possa presto trovare di nuovo l’amore.



Alessandra Filippello