La metà più ambita dell’estate 2020 per tutta l’Europa è la vacanza nel proprio giardinetto con tuffo in mini piscina rigorosamente di plastica

Nella classifica degli articoli più venduti nel periodo pandemico, risaltano le mascherine di ogni tipo, alcool, amuchina e vari gel sanificanti, ma quello che nessuno si aspettava e che a breve avremo tutti in casa sono le piscine fuori terra.  In questo momento non c’è negozio che abbia a disposizione nemmeno una mini piscina per cagnolini,tutto è andato a ruba. Chi ha terrazzi, dovrà stare ben attento a non fare crollare l’edificio, il peso dell’acqua in metri cubi non è da sottovalutare per niente, sembrano piccole ed innocue ma in verità tanti terrazzi non sono abilitati a reggere pesi simili. Per chi ha giardini la piscina va benissimo, rappresenta un momento di svago all’aria aperta, acqua pulita in ambiente privato, niente mascherine e problemi legati al distanziamento. In tutta Europa la mania della piscina si è talmente diffusa che le richieste hanno superato l’80% della produzione, depositi vuoti e richieste a non finire. Cloro ed additivi di sanificazione sono le uniche cose ancora reperibili, ma attenzione perchè a breve spariranno anche quelli. Le persone evidentemente hanno tanta paura al punto da preferire una bolla di acqua casalinga allo stesso mare o alle piscine pubbliche. Per chi ha bambini è la soluzione più sicura, come evitare giochi sulla spiaggia e contatti con altri bambini, l’utilizzo degli arnesi di spiaggia, palette secchielli, la stessa sabbia, il dubbio del contagio per molti si fa strada al punto da crearsi mini atolli privatissimi dove con molta fantasia si può almeno stare in serenità. Insomma questo virus ci segue ormai dappertutto, anche nelle nostre vacanze e nonostante il governo ci affranchi di bonus vacanze, le regione esibiscono risultati sempre più vicini allo zero, i vari virologi che emettono a giorni alterni sentenze o di mutazione del virus, o della sua scomparsa, o del suo grande ritorno, mi sa che il bagno nella piscinetta è la soluzione più serena al momento.



Alessandra Filippello