Jovanotti con le nuove tracce in “Mediterraneo”: promosso o bocciato?

Continua il progetto del cosiddetto “Disco del sole” di Jovanotti. Con questa espressione, coniata dallo stesso artista, Lorenzo ha chiamato, chiama e chiamerà tutti i brani che sono usciti e usciranno da qui all’inizio del suo attesissimo Jova Beach Party 2. Venerdì 1° aprile ha pubblicato altre 8 tracce che vanno ad aggiungersi al progetto. Un percorso che tassello dopo tassello l’artista sta costruendo per preparare i suoi fan all’immensa festa sulle spiagge che prenderà il via a luglio.

Meno di 100 giorni al debutto

È proprio di questi giorni la conferma che il Jova Beach Party 2 ci sarà e si farà proprio come Jovanotti aveva immaginato a ottobre nella conferenza stampa di presentazione del progetto. Ovvero senza distanziamento, a capienza piena e soprattutto senza le mascherine. Una sorta di gigantesca festa sulla spiaggia, musica e luci per danzare dopo questi due anni pesantissimi. Per tornare più carico di prima, Lorenzo sta preparando uno show che promette di far ballare tutti quanti sotto le stelle. E proprio l’intento di far scatenare gli spettatori è quello che sta perseguendo anche nelle sue nuove canzoni. Brani che sono ben distanti dal Jova cui siamo stati abituati negli anni precedenti e che forse non trovano l’approvazione di tutti.

Mediterraneo

Questo il titolo della raccolta delle canzoni uscite a inizio aprile, 8 tracce in cui l’artista ci conduce alla scoperta del nostro mare. Ritmi che ricordano decisamente le sonorità greche del sirtaki e della musica tipica di questa terra. I testi di questi ultimi brani si possono dividere in due grandi categorie. Da una parte troviamo brani intellettualmente impegnati con riferimenti ai poemi classici e con annesse invocazioni alle muse. Per esempio, nel brano “Mediterraneo” inizia a cantare sotto il segno dell’invocazione poetica:

Cantami, o diva, dei popoli inquieti

Dall’altra parte troviamo invece un gruppo di canzoni con il testo piuttosto semplice e banale. Come il brano “Tirannosauro Rex”, che caro Jovanotti, concedicelo potevi evitarla. Banale, scontata e con immagini che fanno nascere solo un quesito: Perché?

I love you baby

Funziona e pure tanto il singolo “I love you Baby” che ci fa respirare leggerezza e spensieratezza. E dal vivo assicuriamo che rende ancora di più. Dopo aver visto live l’esibizione di Jovanotti ospite a Che tempo che fa su Rai 3, possiamo assicurare che al Jova beach Party ci sarà da divertirsi. Anzi ci sentiamo di sostenere che forse tutte queste tracce che ai primi ascolti ci lasciano decisamente perplessi, avranno un sapore tutto nuovo sentite live. In fondo il fine del Jova Beach Party 2 è sempre stato quello di far scatenare migliaia di persone, ecco allora brani che si prestano bene per i djset sulla sabbia che ci saranno questa estate.

Insomma è innegabile che in passato la qualità dei testi era decisamente superiore. Però è anche vero che tutto evolve e tutto è fluido, proprio come dice Lorenzo stesso. In fondo, se è vero quel detto che recita che il dj è il migliore amico dell’uomo, forse dovremmo sospendere le perplessità almeno fino a quando potremo sentire live queste nuove canzoni al Jova Beach Party.



Eleonora Corso