Instagram @goldengalvintage

Jackie O: quando la storia di una borsa e di una donna coincidono

Certi amori non finiscono mai, soprattutto quelli per le borse! E questo vale specialmente se la borsa in questione è una Jackie O di Gucci. Non ha mai smesso di essere un must-have ma di recente sta letteralmente tornando di moda. Scopriamone insieme la curiosa storia.

La borsa, dalla forma a sacco è caratterizzata da una tracolla e dalla celebre chiusura a moschettone, detta anche a Pistone. Pratica e comoda si adatta alle esigenze di tutti i giorni donando una completezza ai nostri look. Il primo modello che risale al 1950, si chiamava Costance. Successivamente la borsa fu ribattezzata Jackie in relazione al fatto che Jacqueline Kennedy Onassis, moglie del celebre presidente John Fitzgerald Kennedy, la portava sempre con sé.

Nel 1960, quando il marito fu eletto presidente degli Stati Uniti d’America, Jacqueline divenne la più giovane first lady della storia. Dal gusto raffinato, amante dell’alta moda e del cibo francese, fu una first lady in grado di proteggere i suoi figli e tenerli lontani dai riflettori. Sotto gli occhi di tutti dimostrò costantemente il suo buon gusto e divenne un vero e proprio modello d’ispirazione per le donne americane, che vedevano in lei una moglie e madre dallo stile impeccabile e in grado di gestire anche le situazioni più formali.  Insomma, una donna determinata che si trovò ad affrontare la morte del marito, ucciso da un colpo di pistola che lo raggiunse a Dallas durante una visita presidenziale. Dopo l’assassinio di John Fitzgerald Kennedy , Jacqueline si legò all’armatore greco Aristotele Onassis.

La borsa venne ribattezzata Jackie perché la celebre first lady non se ne separava mai, anzi divenne un vero e proprio accessorio irrinunciabile. In America in breve tempo tutte le celebrità iniziarono ad utilizzarla e ad amarla. Jacqueline Kennedy fu infatti un’icona di stile per le donne di tutto il mondo. Seppe mantenere uno stile sobrio e dai colori pastello finché fu accanto al presidente; successivamente invece passò all’indossare tailleur e pantaloni con la solita eleganza che la contraddistingueva.

Oggi la borsa ha subito degli interventi di restyling che hanno contribuito a renderla ancora più iconica e hanno portato alla nascita di nuove varianti. Per esempio, Alessandro Michele nel 2019 ne ha realizzato un modello con il logo dello Château Marmont, celebre albergo di Los Angeles fonte d’ispirazione per il brand Gucci. Qualche giorno fa invece è stata proposta sul mercato la versione hobo Jackie 1961 disponibile in differenti colori e nel formato mini. Insomma la Jackie O è un classico intramontabile che da molti anni incanta le donne di tutto il mondo!