Istruzioni per l’uso di Love, il nuovo album dei Thegiornalisti

Sandy Sciuto

In MUSICA / Sandy Sciuto / Comments

Da “Completamente sold out” son passati ben due anni, trascorsi tra il sole di Riccione ed i tori di Pamplona. E poi eccolo: “LOVE”, il nuovo e attesissimo album dei Thegiornalisti, forse è meglio dire di Tommaso Paradiso?

“Love” è uscito in tutte le piattaforme digitali e streaming il 21 settembre 2018 con una cover completamente nera con al centro la scritta love dal color arcobaleno. Il disco consta di undici tracce – che poi in realtà sarebbero dieci, escludendo “Overture” – tra le quali sono già stati estratti tre singoli.

Il disco è l’autobiografia in musica di Tommaso Paradiso, frontman del gruppo, degli ultimi due anni. I pezzi sono scritti tutti da lui e parlano di lui, delle sue esperienze, delle sue incertezze e delle sue aspettative. In breve: è l’album più paradisiaco che potreste trovare in circolazione!

Canzone dopo canzone, Tommaso snocciola la sua vita, le sue paure, la sua voglia di leggerezza, la scoperta dell’amore per la sua Carolina diventata il suo tutto e la necessità di stare bene. Nessun ritorno al passato, quindi. I tempi di “Promiscuità”, de “Il tuo maglione mio” o di “Completamente”, canzoni che avevano incoronato i Thegiornalisti gruppo indie, sono oramai lontani, scomparsi, dimenticati, anzi non sono mai esistiti.

Dell’indie non è rimasto più nulla, forse solo l’amicizia tra i musicisti. “LOVE” è un album pop, troppo pop, completamente pop. Appunto! Sono cambiate le sonorità ed anche il modo di approcciare alla scrittura dei testi. Il Paradiso non ha abbandonato l’uso di frasi topiche che segnano il suo stile, però è arrivata la scelta tra indie e pop commerciale. I Thegiornalisti sono pop commerciale. Ciaone Indie!

Nell’insieme “LOVE” è un album godibile, che schiaccia l’occhio al mercato e che fa il piacione come il vagabondo con Lilli. Non è di certo uno degli album migliori del 2018 ascoltati finora, ma ha delle peculiarità non indifferenti. I tre singoli estratti – ossia “Felicità Puttana”, “Questa nostra stupida canzone d’amore” e “New York” – hanno anticipato cosa ci si poteva aspettare dal disco. Oggi sappiamo che “LOVE” è un inno all’amore, alla leggerezza non senza le sue contraddizioni. Lo stesso Paradiso ha dichiarato: “Il disco si chiama LOVE, così come la canzone principale. La parola inglese è così universale, così pop, così estrema per il mio vocabolario precedente. Mi sarei ucciso da solo. Questa parola per me rappresenta la risposta a tutto: all’odio, ai tempi in cui viviamo, la risposta al veleno, a quello che passa sui social network. Prima mi incazzavo, rosicavo. Poi, come reazione a tutto questo l’unica risposta sensata che mi viene da dare è davvero quella dell’amore, alla Bud Spencer & Terence Hill, “Porgi l’altra guancia”. Io la vedo la gente che è ancora buona, che si emoziona, che si vuole bene, che aiuta la vecchietta”.

Oltre i singoli estratti, “L’ultimo giorno della Terra” è una canzone che merita di essere ascoltata, cantata ed inserita in playlist. Racconta di un litigio d’amore ed è perfetta nei suoi tempi, nelle parole, nello stile. Non è da meno “Zero stare sereno”, con sonorità nettamente opposte ma che racconta il Paradiso imparanoiato e ansioso. Sulla stessa linea “Love”, il brano che dà il titolo all’album. Qui il cantante romano tra “I tuoi baci uccidono” e “Solo tu mi puoi salvare” apre il suo cuore per la bella fidanzata Carolina che è love ossia amore, salvezza, guarigione.

I Thegiornalisti partiranno col tour il 19 ottobre 2018 da Vigevano e gireranno quasi tutta l’Italia. Molte date del tour sono già andate sold out e ciò conferma il destino della band.

Buon LOVE a tutti e buon ascolto!