In Viaggio con Social Up, alla scoperta di Sutrio

Questa settimana abbiamo deciso di portarvi a prendere un po’ di aria fresca. Dopo la visita a Castelluccio di Norcia, ci spostiamo in Friuli, e precisamente in Carnia, per andare alla scoperta di Sutrio, uno dei borghi più belli. Nella Valle del But, è uno dei borghi più antichi della Carnia stessa, già esistente durante il medio evo. La prova più tangibile è il Castello posto sul colle di Ognissanti, ove sorge anche una chiesa, realizzata ad opera dell’architetto Francesco Schiavi di Tolmezzo.

Sport e natura

Sutrio è un luogo dove vivere a pieno la montagna e la natura che la ospita. E’ un luogo dove poter praticare moltissimi sport sia invernali che estivi. Dallo sci, all’equitazione, al trekking, alla mountain bike. Queste montagne, e le sue valli sono il luogo dove tornare a respirare aria fresca e pulita, dove muoversi dopo tutti questi mesi di stop a causa del Covid-19, dove potersi riconnettere con il mondo che ci circonda, dove poter ricaricare finalmente le batterie dopo questi lunghi mesi di paure e di preoccupazioni.

L’artigianalità

E’ una delle particolarità di Sutrio, ricca di botteghe di artigiani che lavorano il legno. In questo borgo della Carnia si trovano alcuni degli artigiani più apprezzati di tutta la regione. Nell’ultima settimana di settembre, proprio grazie all’eccellenza artigiana, si tiene il festival “La magia del Legno”. Per le strade del borgo è possibile ammirare, ad ogni angolo ed in ogni bottega i nostri artigiani che lavorano. Dal legno, alla lana, ai filati. Un passo indietro nel tempo. Un ritorno ed un ricordo alle nostre origini. Alle tradizioni dei nostri avi che vanno non solo custodite nel tempo, ma anche portate avanti grazie alle nuove generazioni e non dimenticate.

Durante il periodo natalizio, Sutrio ospita la manifestazione “Borghi e Presepi”. Le vie del paese ed i cortili vengono addobbati grazie a riproduzioni di scene della natività. Tutte ovviamente realizzate con cura dai maestri artigiani.

Le case dei “Cramars”

Sono le antiche abitazioni, che è possibile ancor’oggi ammirare, di mercanti che si recavano in Carnia per vendere stoffe e spezie. Le loro case, si distinguevano rispetto alle altre in quanto portano incisa sulla chiave di volta della porta d’ingresso la croce di Mercurio, simbolo del commercio.

Sutrio è uno splendido luogo dove decidere di passare le proprie vacanze all’insegna dello sport (sia in estate che in inverno), del buon cibo (non potete perdervi un buon Frico), del buon vino e del ritorno alle antiche tradizioni.



Sharon Santarelli