I 5 motivi per non perdersi la finale di Champions League Tottenham-Liverpool

In SPORT by Tommaso PirovanoLeave a Comment

Sabato 1 giugno 2019, la finale di Champions League, farà calare il sipario sulla stagione europea dei club. La finale, Tottenham-Liverpool, si giocherà al Wanda Metropolitano di Madrid e sarà diretta dall’arbitro sloveno Skomina che ha già diretto una finale di Europa League e una Supercoppa Europea.

Ecco i 5 motivi per non perdersi la finale:

Storia

È una finale inedita: per la prima volta nella storia Liverpool e Tottenham si giocano un trofeo europeo. Mai il club londinese è arrivato così lontano nella massima competizione europea. È la seconda volta che due squadre inglesi si contendono la coppa, dopo Manchester United e Chelsea, nel 2008.

Record

In caso di successo il Liverpool diventerebbe la terza squadra europea con più vittorie (Coppa dei Campioni e Champions League, con 6 titoli), dietro a Real Madrid (13) e Milan (7). Vincendo la finale, il Tottenham diventerebbe il ventitreesimo club diverso a conquistare l’ambito trofeo.

Premier Regina

La Premier League, a detta di molti, è il campionato più duro e più bello del mondo. Potrebbe anche non essere vero, ma le quattro finaliste delle coppe europee sono tutte inglesi. Questo è sinonimo di grande competitività di un campionato che dimostra da anni di essere uno dei più combattuti e avvincenti d’Europa, ma ultimamente i successi nella competizione europea più importate latitavano. Quest’anno sicuramente ci sarà l’en-plein, rompendo il dominio spagnolo che dura da oltre cinque anni.

Rimonte spettacolari

Entrambe vengono da due semifinali (di ritorno) spettacolari: le rimonte contro Barcellona e Ajax difficilmente verranno dimenticate e entrambe le squadre hanno dimostrato avere un buon feeling con il gol. Le due squadre inglesi hanno dimostrato di non arrendersi mai, anche quando le possibilità di raggiungere la finale sembravano ridotte al minimo per entrambi. Il gol degli Spurs al 95esimo minuto dimostra come tutto può accadere anche quando la partita sembra virtualmente chiusa

Riscatti

Dopo l’infortunio dubito durante i quarti di finale contro il Manchester City, Harry Kane capitano e uomo simbolo del Tottenham è sulla via del recupero per giocare la sua prima finale europea. Dopo aver saltato, per infortunio la partita di ritorno con il Barcellona, Salah è sulla via del recupero e vorrà sicuramente giocare la sua seconda finale di Champions League, la prima, infortuni permettendo, per intero.

La partita, che comincerà alle ore 21, resterà in ogni caso nella storia. Secondo i bookmakers è una partita in cui segneranno tutte le squadre. Le quote vedono favoriti i Reds di Klopp, che in stagione hanno già battuto gli Spurs due volte (su due confronti) per 2-1.