Grand Tour delle 10 città con più cultura d’Italia 

In #Travel, MONDO by redazioneLeave a Comment

Come disse Elio Vittorini “La cultura non è professione per pochi: è una condizione per tutti, che completa l’esistenza dell’uomo.” e per noi italiani questa frase ha un valore ancora più importante, dato l’ampio e inestimabile patrimonio culturale di cui possiamo vantarci. Basti pensare ai molti letterati e artisti, che dal XVII sec. in poi, intraprendevano il Grand Tour in Italia per trovare l’ispirazione: tra questi Goethe e il suo famosissimo Viaggio in Italia, dedicato alla sua esperienza. Da questa usanza nacque proprio il termine turismo e l’idea di viaggi turistici come la conosciamo oggi. Ogni città racchiude perle nascoste e viaggiare alla ricerca di questi luoghi magici non è solo un piacere per la vista ma anche per la mente. Ecco perché Holidu, il motore di ricerca per case vacanza , ha deciso di stilare una classifica delle città perfette per coloro che amano essere stimolati culturalmente e sono disposti a viaggiare per assistere ad uno spettacolo teatrale, trovare un libro rarissimo o godersi una mostra d’arte da togliere il fiato. La classifica è stata stilata tenendo in considerazione teatri, scuole di teatro, sale d’Opera, musei, gallerie d’arte e biblioteche. 

Le città con più cultura d’Italia: 

1. Roma – 911 siti culturali 

“Nel momento in cui si decide di andare a Roma, bisognerebbe stabilire di andare al museo un giorno sì e uno no: si abituerebbe l’anima a sentire la bellezza.” – Stendhal 

Un Grand Tour che si rispetti non può che partire dalla città eterna: Roma, che con la sua storia millenaria, si aggiudica la medaglia d’oro in questa classifica. Più di 900 i siti culturali che popolano le strade della capitale, per non parlare dell’intero centro storico, patrimonio dell’umanità, assieme al Vaticano, dal 1980. Per iniziare in grande la giornata, ci si potrà rinfrescare la memoria nei bellissimi Musei Capitolini , o nella magistrale Villa Borghese , e rimanere di stucco di fronte alle morbide sculture del Bernini. Dopo una classica foto al Colosseo, basterà camminare una decina di minuti per godersi un musical o un’opera al famosissimo Teatro Brancaccio , nel Rione Monti. Per gli amanti di storia, invece, un salto al Teatro Argentina , risalente al 1700, è d’obbligo! Sarà possibile anche partecipare una visita guidata. La capitale pullula anche di biblioteche piene di tesori nascosti, tra le più belle e antiche: la Biblioteca Casanatense e la Biblioteca Angelica , entrambe a due passi dal Pantheon. 

Teatri e sale d’Opera: 199

Musei: 168

Gallerie d’arte: 133

Biblioteche: 411

2. Milano – 524 siti culturali

“Milano è la città più bella d’Italia. È come il Sole tra i corpi celesti. (…) Milano è una stella. La più grande.” – A. Nove

La seconda città di questo viaggio culturale si trova in Lombardia ed è forse la più chic d’Italia: esatto, stiamo parlando proprio di Milano, che si aggiudica la medaglia d’argento, con un totale di 524 siti culturali. Quando si parla della cosiddetta “capitale della moda”, non si può non pensare al bellissimo

Duomo, dove troneggia la famosa Madonnina, o ai suoi Navigli. Milano ha, però, molto altro, anche grazie al connubio tra storia e innovazione, che ogni suo meandro sa trasmettere. Gli amanti dell’arte troveranno pane per i propri denti grazie ai 138 musei e alle 140 gallerie d’arte. Il Palazzo Reale e il Museo del ‘900 sono proprio a due passi dal Duomo e, per chi fosse curioso di dare uno sguardo ravvicinato al Bacio di Hayez, la Pinacoteca di Brera si trova a soli 10 minuti a piedi. Milano è anche sede di uno dei teatri più importanti d’Italia: il rinomato Teatro della Scala , dove poter assistere ad un’Opera o un balletto. Poco distante dal teatro, c’e la Biblioteca Ambrosiana , per potersi stupire davanti ai disegni di Leonardo Da Vinci, raccolti con cura al suo interno. 

Teatri e sale d’Opera: 138

Musei: 76

Gallerie d’arte: 140

Biblioteche: 170

3. Torino – 337 siti culturali

“Su Torino non c’è niente da ridire: è una città magnifica e singolarmente benefica” – F. Nietzsche 

La terza tappa di questo viaggio tra le bellezze d’Italia è Torino, con un totale di 337 siti culturali; anche in questo caso, si tratta di una città, che ha molto da raccontare: la capitale sabauda offre, infatti, non solo bellezze architettoniche, come la Mole Antonelliana, ma anche musei che ci invidiano in tutto il mondo, come il Museo Egizio , secondo per importanza solo a quello de Il Cairo, e il suggestivo Museo del Cinema . Tra un gianduiotto e l’altro ci si potrà immergere nella cultura di questa città industriale e dinamica, e magari fermarsi in alcuni luoghi pieni di storia, come il Teatro Carignano , risalente al XVI sec., uno dei luoghi simbolo della città, o il Teatro Regio , inaugurato nel 1740, che sorprende per la sua ampiezza e la maestosità delle decorazioni. 

Teatri e sale d’opera: 80

Musei: 49

Gallerie d’arte: 47

 Biblioteche: 161

4. Firenze – 302 siti culturali

“Uscendo da Santa Croce, ebbi un battito del cuore, la vita per me si era inaridita, camminavo temendo di cadere.” – Stendhal

Stendhal spiega bene la “sindrome”, che prende il suo nome, parlando della visita alla Basilica di Santa Croce; forse è proprio per questo che Firenze si aggiudica il quarto posto in classifica in questo Grand Tour tra le bellezze nostrane. Patria della lingua italiana e di letterati e artisti conosciuti in tutto il mondo, la città di Dante offre davvero innumerevoli risorse culturali per i turisti affamati di sapere. Il centro storico di Firenze è patrimonio dell’umanità dal 1982 e, dopo essere rimasti estasiati di fronte alla Cupola del Brunelleschi e al Campanile di Giotto, non ci si può perdere una visita agli Uffizi , tra i musei più belli al mondo, o andare alla ricerca di libri nella prestigiosa Biblioteca dell’Accademia della Crusca . La sera è tempo di un concerto, al Teatro Verdi precisamente, il più grande “teatro all’italiana” della Toscana: lasciarsi ispirare dalla musica lirica e dalla bellezza dell’edificio sarà molto facile!

Teatri e sale d’opera: 46

Musei: 74

Gallerie d’arte: 43

Biblioteche: 139 

5. Napoli – 283 siti culturali 

“Non dimenticherò né la via Toledo né tutti gli altri quartieri di Napoli; ai miei occhi è, senza nessun paragone, la città più bella dell’universo.” – Stendhal 

Stendhal per alcuni ha proprio ragione a dire che Napoli è la città più bella dell’universo e come dargli torto? Per poco fuori dal podio, il capoluogo campano, spesso simbolo di italianità all’estero, è la quinta città di questo Grand Tour, con un totale di 283 siti culturali. Napoli è certamente buon cibo, ospitalità e una teatralità intrinseca nel modo di fare dei suoi abitanti, che li rende riconoscibile in tutto il mondo. Forse sono proprio queste caratteristiche che fanno amare la città dai mille colori, come cantava Pino Daniele, e che la rendono sempre perfetta per un weekend fuori porta. A livello di storia e cultura Napoli non ha da invidiare niente alle altre in classifica, a partire dai tesori custoditi al Museo e Real Bosco di Capodimonte e al Museo Archeologico Nazionale , poco distante dal centro storico, già patrimonio mondiale dell’umanità dal 1995. Percorrendo poi Via Toledo, proprio di fronte alla celebre Piazza Plebiscito, si trova il Teatro San Carlo , una vera e propria istituzione per gli abitanti e solamente uno dei 78 teatri e sale d’opera della città. 

Teatri e sale d’opera: 78

Musei: 59

Gallerie d’arte: 33

Biblioteche: 113

6. Venezia – 258 siti culturali

M i piace assai riandare con la mente a Venezia, a quella grande realtà sorta dal grembo del mare come Pallade dal cervello di Giove.” – J. W. von Goethe

La sesta fermata di questo Grand Tour non può non essere Venezia, conosciuta in tutto il mondo per la sua bellezza unica, ha ammaliato negli anni artisti, letterati e intellettuali di tutto il mondo, che nelle acque di Canal Grande e nei mosaici della Basilica di San Marco hanno trovato ispirazione per le loro opere. Patrimonio dell’umanità UNESCO dal 1987, Venezia e la sua laguna sono oggi una meta molto amata anche dai turisti, motivo per cui spesso il sovraffollamento delle sue stradine labirintiche contribuisce a rendere difficile gli spostamenti. Chi decidesse di passare da Venezia e respirare un po’ di cultura non può non fermarsi alla Biblioteca Marciana , in stile rinascimentale, situata in Piazza San Marco, e considerata una delle più importanti della città e tra le più grandi d’Italia. Poco distanti dal centro città anche due teatri molto amati: il Teatro La Fenice e il Teatro Goldoni , dove poter assistere all’opera lirica o a pièce teatrali in grande stile.

Teatri e sale d’opera: 30

Musei: 71

Gallerie d’arte: 70

Biblioteche: 87

7. Bologna – 240 siti culturali

“La “grassa” Bologna (…) è anche un centro di grande cultura, di eleganza, di bello stile di vita, di valore universitario mondiale.” – C. Alessi

Bologna è il settimo stop di questo Grand Tour, con un totale di 240 siti culturali. Chiamata “la dotta, la grassa e la rossa”, il capoluogo emiliano ha davvero tutto ciò che si possa desiderare: offerte culturali, buon cibo e un panorama da togliere il fiato. La prima università europea sorge proprio qui, nel 1088, tra i riflessi rossi dei suoi mattoni e i 40 km di portici. La città è popolata ogni anno da sempre più studenti, che hanno la possibilità di sedersi ogni giorno in alcune delle biblioteche più  belle d’Italia, tra queste la Salaborsa e l’ Archiginnasio , must see anche per i turisti che sono in città per qualche  giorno. I più sofisticati troveranno pane per i propri denti al Teatro Duse , tra i più antichi di Bologna, con una vasta scelta tra spettacoli e concerti. Cultura e tradizione della città si intrecciano anche nella sua storia culinaria e come riprendere le calorie bruciate nello studio se non con una bella lasagna? 

Teatri e sale d’opera: 45

Musei: 54

Gallerie d’arte: 31

Biblioteche: 110

8. Palermo – 193 siti culturali
“Palermo mi sembrò una città al contempo splendida e decadente, il cui aspetto un po’ in rovina mi affascinò moltissimo.” – D. Pennac
Palermo, città di arte e storia, ha avuto numerose dominazioni nel tempo e ancora porta le “belle cicatrici” di questo suo passato greco, fenicio, romano, spagnolo e chi più ne ha più ne metta! Proprio per questo non poteva mancare, all’ottavo posto, anche questa tappa del Grand Tour. Il capoluogo siciliano ha ben 193 siti culturali: oltre al bellissimo centro storico, che mostra un connubio di diversi stili architettonici, anche la tradizione culinaria sarà parte integrante della visita, grazie ai mercati, che riempiono la città di cibi prelibati. La Biblioteca Centrale della Regione Sicilia è una vera e propria chicca per gli amanti della lettura: si tratta di un edificio in pieno centro, risalente al XVI sec., che contiene una collezione di più di un milione di volumi, di cui il più antico risale al X sec. Dopo una bella cena a base di pesce, perchè non passare la serata al Teatro Massimo ? Considerato la “cerniera tra la città antica e la nuova”, come si legge sul sito ufficiale, è il più grande edificio lirico d’Italia e fra i più grandi d’Europa.

Teatri e sale d’opera: 49

 Musei: 50

Gallerie d’arte: 14

Biblioteche: 80

9. Genova – 168 siti culturali

“Mi trovo ora in una bella città, una vera bella città: Genova. Si cammina sul marmo, tutto è marmo: scale, balconi, palazzi.” – G. Flaubert

Il capoluogo ligure è la nona tappa di questo Grand Tour, con un totale di 168 siti culturali tutti da scoprire. Il carattere scontroso del paesaggio genovese, assieme al suo forte legame con il mare, le conferiscono un fascino davvero speciale e inconsueto. Casa di uno degli acquari più grandi d’Europa e del Museo del Mare , Genova mostra il suo animo marino in più di un’occasione. La sua bellezza ha ispirato nel corso degli anni molti grandi scrittori e poeti, basti pensare che proprio qui fu composto l’inno d’Italia. Oggi i suoi moderni edifici contribuiscono a darle un dinamismo nuovo e chi vorrà consultare dei libri, specialmente per ragazzi, potrà fermarsi alla Biblioteca Internazionale Edmondo de Amicis , il primo istituto bibliografico della Liguria; per chi volesse invece godersi uno spettacolo teatrale, il Teatro Carlo Felice , è il posto giusto: le sue pareti interne rivestite in maniera suggestiva, grazie alle lastre in pietra e alle colonne in metallo, lo rendono il luogo perfetto per un’esperienza diversa dal solito.

Teatri e sale d’opera: 36

 Musei: 33

Gallerie d’arte: 10

Biblioteche: 89

10. Cagliari – 122 siti culturali 

“È una città bellissima, aspra, pietrosa, (…) con una storia tutta scritta e apparente nelle pietre, come i segni del tempo su un viso” – C. Levi 

Cagliari è l’ultima città di questo Grand Tour, con un totale di 136 siti culturali. Città universitaria dalla storia millenaria, il capoluogo sardo offre ai suoi visitatori il passaggio delle popolazioni che l’hanno dominata: chiese, opere d’arte e monumenti dal valore inestimabile. In quanto città portuale e turistica, è molto amata soprattutto d’estate, ma ha anche molto da offrire a livello culturale tutto l’anno. Una serata al Teatro lirico di Cagliari , in centro, per sentirsi subito più acculturati, o più a sud al bellissimo Teatro delle Saline , dove non solo gli spettacoli, ma anche le decorazioni lasceranno a bocca aperta qualsiasi passante. Durante la giornata sarà possibile andare alla ricerca di un buon libro nella Biblioteca MEM , dallo stile moderno e all’avanguardia. 

Teatri e sale d’opera: 35

Musei: 13

Gallerie d’arte: 7

Biblioteche: 67

Per chi volesse allungare il proprio Grand Tour: le città più culturali dalla posizione 11 alla 20 All’11esima posizione si colloca Padova , con un totale di 112 siti culturali, seguita da Bari , che ne detiene 104. Al 13esimo posto Verona con 100 siti culturali, successivamente Catania e Brescia , rispettivamente con 100 e 94 siti culturali. Al 16esimo posto Trieste , che annovera 87 siti culturali, seguita da Bergamo , vicinissima con 85 siti. Chiudono la Top 20 Perugia con 81 siti culturali, seguita dalle emiliane Modena , con 79 siti, e Parma con 76.
Le città con più siti culturali per i propri abitanti

Si certo è importante sapere quali città hanno più siti culturali in generale, ma quali sono quelle con più alta densità di musei, gallerie d’arte, librerie, teatri e sale d’opera? In questo caso la classifica parte da Venezia , con un sito culturale ogni 1013 abitanti, per passare poi a Firenze , con un sito culturale ogni 1261 abitanti. Chiude il podio Cagliari , con un sito culturale ogni 1263 abitanti, seguita da Bergamo , con un sito ogni 1423 abitanti. Al quinto posto Bologna con un sito ogni 1622 abitanti, seguita da Bolzano , con uno ogni 1759 abitanti. Al settimo posti si trova Ferrara , con un sito ogni 1837 abitanti, seguita da Vicenza (uno ogni 1860), Padova (uno ogni 1879) e chiude in bellezza Trento con uno ogni 1967.

Metodologia 

Per questo studio sono state prese in considerazione città con più di 100 mila abitanti e la classifica è stata fatta contando i siti culturali (teatri, sale d’opera, biblioteche, musei e gallerie d’arte) per ogni città presenti su Google maps a marzo 2019. Per musei e gallerie d’arte sono stati presi in considerazione solo i risultati con più di 5 recensioni su Google, per biblioteche, teatri e sale d’opera i risultati con più di una recensione. I risultati sono stati, inoltre, manualmente controllati per evitare dei falsi e garantire la qualità dei dati.