Gaia è il volto giovane e latino di questo Festival di Sanremo 2021

L’abbiamo vista alzare la coppa di Amici l’anno scorso senza festeggiamenti e senza abbracci. L’abbiamo vista ballare tutta l’estate accompagnandoci con le sue hit sotto l’ombrellone. Oggi vediamo Gaia su di un palco prestigioso della musica italiana pronta a riprendersi la sua rivincita dopo un anno. Gaia, infatti, parteciperà alla 71^ edizione del Festival di Sanremo nella categoria Big con il brano “Cuore Amaro”.

Musica e testo sono di Gaia Gozzi, Daniele Dezi, Jacopo Ettorre e Giorgio Spedicato e la produzione di Machweo (Giorgio Spedicato) e Simon Says (Simone Privitera).

Ha dichiarato: “ho scritto questa canzone nella casa di campagna di mio nonno in quelle parole c’è tutto di me, i momenti felici e anche quelli dolorosi”. Dopo un anno per lei molto importante in cui è stata proclamata vincitrice di “Amici 19”, questo palco e questa canzone rappresentano la risposta a quanti dubitavano del suo talento e cercavano di incardinarla in qualche genere musicale: “Considero questa canzone la mia rivincita verso chi mi diceva: «ma tu Gaia che genere fai?». Io andavo in crisi perché penso di essere più cose e non una sola. Insomma, questa canzone è il mio atto di libertà”.

Gaia, giovane cantautrice dalle molteplici contaminazioni, canta di se stessa e del suo viaggio attraverso atmosfere coinvolgenti e dai ritmi latini, ricercate e mai banali, ma sempre senza dimenticare l’urgenza di raccontarsi e raccontare la sua storia e le sue emozioni.

Il “Cuore Amaro” è il cuore della cantautrice, è una canzone d’amore che ha dedicato a se stessa, un’autobiografia di immagini che raccontano i suoi primi traguardi, quelli che non ha mai celebrato, le sue conquiste e anche i tanti errori, che benedice ogni giorno perché sono quelli che le stanno insegnando a crescere e senza i quali non sarebbe qui, ora. Questa canzone accoglie tutte le sue anime, la sua nuova consapevolezza, il tempo e la perseveranza che la aiutano a stare in equilibrio, a non cadere, perché i suoi sogni hanno radici forti e profonde, ben piantate a terra. A livello sonoro c’è tutto il calore della sua America Latina, accompagnato da ritmiche asciutte e rigorose simili a grattacieli in mezzo alla giungla. Sono pochi minuti che raccontano mesi, anni, è l’afa amazzonica

Fedele ai miei sogni, senza paura poi di cadere.

Fedele ai ricordi, ricadere

Benedico gli errori più grandi 

perché ho fatto di peggio più tardi 

io volevo soltanto portarmi 

La giungla tra questi palazzi

Gaia sta costruendo il suo percorso con alcuni successi tra cui “Chega”, il brano diventato hit radiofonica, tra i più ascoltati dell’estate 2020 e già certificato disco di Platino seguito dall’uscita di “Coco Chanel”, il secondo singolo estratto dal suo album di inediti “Nuova Genesi” già certificato disco d’Oro, entrato in vetta nella classifica di vendita e che ha raggiunto oltre 140 milioni di stream.

Nella serata della Canzone d’autore Gaia ha deciso di portare con lei sul palco Lous and the Yakuza con una canzone bellissima dal testo significativo e toccante “Mi sono innamorato di te” di Luigi Tenco, un omaggio ad un grande della musica italiana legato al festival di Sanremo per la sua tragica morte. Gaia ha scelto “Mi sono innamorato di te” perchè è stato il primo brano con cui si è avvicinata al cantautorato italiano e perché Luigi Tenco con questo brano è riuscito a fare la cosa più difficile al mondo: parlare d’amore con onestà, disillusione, ma alla fine con estrema tenerezza. L’amore capita, quando meno ce l’aspettiamo e non sempre quando siamo pronti a riceverlo, ma in fondo, come tutto ciò che arriva inaspettato, ci tocca nel profondo e ci fa evolvere.

Siamo davvero curiosi di vedere Gaia sul palco dell’Ariston per ammirare sicuramente i suoi look ma soprattutto ascoltare quella che ad oggi è una delle voci più particolari e inconfondibili della musica italiana.



Claudia Ruiz